Cronaca

Siracusa, cane carabiniere Ivan scova la droga in un appartamento di Ortigia: arrestato ventunenne

SIRACUSA – Nella giornata di ieri, i carabinieri della stazione di Ortigia, in collaborazione con i colleghi del nucleo cinofili di Nicolosi, impegnati in un servizio di prevenzione e repressione del fenomeno dello spaccio di stupefacenti in Ortigia, hanno tratto in arresto in flagranza di reato il ventunenne siracusano Michele Amenta.

Nel corso di una perquisizione domiciliare e personale, effettuata con il fondamentale apporto del cane carabiniere “Ivan”, labrador effettivo al nucleo cinofili di Nicolosi, i militari hanno rinvenuto all’interno della camera da letto, abilmente occultati, oltre 12 grammi di cocaina in pietra, circa 150 grammi di hashish, in parte già suddivisi in stecche, una consistente somma di denaro in banconote di piccolo taglio, ritenuta possibile provento di spaccio, 3 bilancini di precisione e svariato materiale per il confezionamento delle droghe, tra cui 4 grossi coltelli, infine 9 cartucce per fucile calibro 12.

Nei locali in uso al giovane c’era anche un dispositivo elettronico di videosorveglianza, sequestrato, presumibilmente utilizzato per prevenire eventuali controlli delle forze dell’ordine.

Il ventunenne, condotto presso i locali della compagnia di Siracusa per le formalità di rito, è stato successivamente sottoposto agli arresti domiciliari, così come disposto dall’autorità giudiziaria aretusea.


In alto