News

Siracusa, cartolina di un San Silvestro “spettrale”. Capodanno di speranza

SIRACUSA – Strade deserte, saracinesche abbassate, parchi pubblici semivuoti. È la triste cartolina di fine 2020 di una città in profonda sofferenza economica e sociale prima ancora che sanitaria. Siracusa è tornata quasi “spettrale” per un ultimo dell’anno davvero inedito causa pandemia.

I luoghi di ritrovo sono deserti, le piazze del centro storico prive di sagome umane. Tutti rintanati in casa per un San Silvestro all’insegna della zona rossa. Nessun assembramento davanti a bar ed esercizi pubblici in un pomeriggio assolato e quasi primaverile. Il clima mite permetterebbe passeggiate e attività di svago, la normativa vigente (decreto-legge del 18 dicembre) però li esclude.

E così, dopo una mattinata trascorsa con un po’ di frenesia per la corsa agli ultimi acquisti gastronomici in vista di un cenone da trascorrere con i familiari più stretti, nel pomeriggio la città si è svuotata. Corso Gelone, corso Matteotti, piazza Pancali, Piazza Duomo, foro Italico e le altre zone centrali hanno offerto una panoramica “strana” a quei pochi temerari che hanno deciso comunque di uscire anche solo per fare una passeggiata. Pochi, pochissimi, quasi nessuno, a dire il vero. Chi ha messo il naso fuori dalla porta lo ha fatto per portare il cane a spesso o per concedersi l’ultima corsa o pedalata del 2020, godendosi un centro storico senza affollamenti ma pur sempre suggestivo. Un centro storico che, in tempi normali, sarebbe stato completamente diverso.

Per la prima volta dopo una dozzina d’anni non ci sarà il classico concerto di fine anno in piazza Duomo con band e musica dal vivo dalle 23 alle 4 del mattino, con annessa benedizione ai presenti da parte dell’arcivescovo allo scoccare della mezzanotte, per un brindisi benaugurante sotto tutti i punti di vista. Niente caos, niente musica, ma i botti e fuochi d’artificio dei privati presumibilmente non mancheranno per salutare un 2020 nefasto e accogliere un anno nuovo che, si spera, possa riservare meno dolori e accompagnarci pian piano verso il ritorno alla normalità.

I controlli delle forze dell’ordine per garantire il rispetto della legge non mancano, come ha sottolineato il questore Gabriella Ioppolo nell’intervista che ci ha concesso. Il sindaco Francesco Italia fa appello al buon senso dei siracusani (le due video interviste qui di seguito, ndr). La zona rossa resterà in vigore in tutta Italia fino a domenica 3 gennaio, per concedere un allentamento “arancione” lunedì 4 e poi tornare rossa il 5 e il 6 gennaio.


getfluence.com
In alto