Cronaca

Siracusa, controlli anti-coronavirus, ancora sanzionati: a piedi senza valido motivo, in bici o a fare “jogging”

SIRACUSA – Continuano i controlli dei carabinieri del comando provinciale di Siracusa per garantire il rispetto delle disposizioni nazionali e regionali vigenti per l’emergenza Covid-19, e anche nella giornata di ieri diverse sono state le violazioni riscontrate.

Di seguito i casi emblematici relativi a tutti i comuni della provincia.

Siracusa sono state controllate e sanzionate diverse persone che passeggiavano lungo le vie cittadine senza alcuna giustificata motivazione, un 30enne è stato sorpreso a fare “jogging” lungo la zona balneare a sud del capoluogo, mentre alcuni soggetti erano intenti a dialogare tra loro seduti su una panchina pubblica.

A Priolo Gargallo due soggetti sono stati sanzionati perché trovati a passeggiare lungo il litorale di quel comune; a Cassibile, Belvedere, Floridia, Carlentini, Solarino, Lentini, Francofonte, Avola, Rosolini e Palazzolo Acreide sono stati controllati e sanzionati diversi soggetti perché sorpresi a girovagare lungo le vie cittadine, tutti hanno riferito che non uscivano da casa da diversi giorni ed avevano la necessità di svagarsi, alcuni di essi erano a bordo delle loro autovetture fuori dal proprio comune di residenza senza alcuna giustificata motivazione.

Sortino diversi soggetti sono stati controllati e sanzionati: un uomo perché era intento a raccogliere verdure selvatiche, un altro mentre era in sella alla sua bicicletta, una persona ha dichiarato che si stava recando presso la sua abitazione di campagna. Un commerciante è stato sanzionato perché trovato aperto oltre l’orario prestabilito dall’ordinanza comunale.

Ad Augusta sono stati controllati e sanzionati alcuni soggetti perché sorpresi a girovagare lungo le vie cittadine senza alcuna giustificata motivazione, alcuni di loro erano provenienti dalla provincia di Catania; un uomo è stato trovato mentre con la sua barca attraccava al pontile di Brucoli di rientro da una battuta di pesca. Alcuni uomini sono stati trovati lungo il litorale di Agnone Bagni mentre erano alla ricerca di monili d’oro mediante metal detector; a Noto un uomo è stato sanzionato poiché sorpreso a raccogliere verdure selvatiche e un altro soggetto era fuori dalla sua abitazione perché aveva incontrato un amico.

Melilli diversi soggetti sono stati sanzionati perché sorpresi mentre parlavano tra loro e consumavano alcolici all’interno di un parcheggio; a Portopalo di Capo Passero due soggetti sono stati sanzionati perché si erano recati a constatare le condizioni delle loro imbarcazioni ferme dall’inizio delle prescrizioni governative.

I carabinieri, quotidianamente impegnati nel garantire la corretta osservanza delle misure di contenimento, rammentano che è stato fatto divieto a tutti di circolare se non per “comprovate esigenze lavorative”, “assoluta urgenza” o “motivi di salute” e che le nuove disposizioni di legge prevedono per i contravventori sanzioni da 400 a 3.000 euro, da aumentare fino a un terzo se la violazione avviene mediante l’utilizzo di un veicolo e da raddoppiare in caso di recidiva.

(Foto generica)


In alto