News

Siracusa, Coronavirus, ecco tutte le misure adottate dall’amministrazione

SIRACUSA – Con propria ordinanza, il sindaco Francesco Italia ha provveduto ad impartire alcune disposizioni, “in via precauzionale, nel rispetto dei principi di adeguatezza e proporzionalità” al fine di prevenire o contenere la diffusione del Coronavirus.

È stata disposta la sospensione di tutte le attività presso i “Centri anziani”, mentre per le Biblioteche comunali saranno consentiti i soli accessi alla sala lettura ed il servizio prestito libri per un numero massimo, contemporaneamente, di 4 persone. Presso il Convento di San Francesco saranno consentiti i soli accessi alle sale espositive per un numero massimo di 10 persone contemporaneamente; numero che si riduce a 5 persone per le visite al Museo “Leonardo e Archimede”, sempre contemporaneamente e limitatamente alle sale espositive.

Per quanto concerne i mercati, giornalieri e settimanali, le attività potranno svolgersi regolarmente con l’obbligo, da parte degli operatori commerciali e dell’utenza, di osservare scrupolosamente le misure igienico-sanitarie disposte con il Decreto della presidenza del consiglio dei ministri di ieri (4 marzo 2020). L’osservanza delle stesse disposizioni viene richiamata per l’accesso dell’utenza presso gli uffici comunali, che sarà consentito di volta in volta per un numero di persone limitato e proporzionato all’ampiezza dei locali. L’accesso alla camera mortuaria del Cimitero, infine, è consentito per un massimo di 2 persone alla volta, anche qui con i richiamati obblighi di osservanza scrupolosa delle misure igienico-sanitarie previste dal Decreto.

Inoltre, le misure per prevenire o contrastare la diffusione del Coronavirus negli edifici comunali, e il ricorso al cosiddetto lavoro agile, quindi anche lontano dagli uffici, da parte del personale dell’ente sono i contenuti di due diversi provvedimenti esitati stamattina: il primo è una direttiva emessa dal sindaco, Francesco Italia, il secondo è una delibera approvata dalla Giunta.

In applicazione delle misure adottate dal presidente del Consiglio dei ministri e dal presidente della Regione siciliana a partire dal 23 febbraio, la direttiva del sindaco Italia dispone la normale apertura degli uffici comunali e il regolare svolgimento della attività, ma adottando le necessarie contromisure la cui applicazione e demandata ad un gruppo di lavoro costituito dal segretario comunale, dai dirigenti di settore, dal medico aziendale e dal responsabile della sicurezza dei lavoratori.

Il provvedimento prevede: di incrementare la pulizia e la sanificazione dei locali e degli automezzi; di evitare il sovraffollamento negli uffici aperti al pubblico, per evitare contatti ravvicinati, che devono essere frequentemente areati; di applicare forme flessibili di lavoro al personale più esposto al Covid-19 a causa di malattie o che si prende cura del figli; di incrementare la pulizia nei locali di ritrovo comunali come impianti sportivi o auditorium; di tenere per via telematica eventuali riunioni o incontri del personale; di promuovere la diffusione della misure di prevenzione igienico-sanitarie.

Anche l’applicazione del cosiddetto lavoro agile, secondo le indicazioni della Presidenza del consiglio dei ministri, e affidato a un gruppo costituito dal segretario comunale e dai dirigenti di settore con il supporto del Comitato unico di garanzia per le pari opportunità e il benessere dei lavoratori e dell’Organismo indipendente di valutazione.

La delibera approvata dalla Giunta individua il lavoro agile come la “forma più evoluta di flessibilità nel lavoro” e prevede l’utilizzo di “soluzioni cloud” per la condivisione di dati, informazioni e documenti e il ricorso alle videoconferenze e alle call conference per riunioni e incontri. Se c’è la disponibilità dei diretti interessati, è disposto che tale modalità possa essere svolta con le attrezzature private del personale e saranno attivati sistemi di verifica per “l’ottimizzazione della produttività anche in un’ottica di progressiva integrazione con il sistema di misurazione e valutazione della performance”.

“Siamo impegnati con ogni mezzo a contenere la diffusione del virus senza provocare contraccolpi sul regolare funzionamento della macchina amministrativa e sulla qualità dei servizi al cittadino”, commenta il sindaco Francesco Italia.


In alto