News

Siracusa, da Belvedere e Cassibile una proposta di legge regionale per salvare le circoscrizioni

SIRACUSA – Le circoscrizioni di Belvedere e Cassibile chiedono un aiuto per non sparire ed invocano una propria gestione politica ed economica dei due quartieri. Queste le richieste formulate dai presidenti delle due circoscrizioni, Enzo Pantano e Paolo Romano, stamani nella sala Archimede di via Roma.

Le due realtà periferiche hanno quindi scelto di fare squadra per evitare la soppressione dei consigli, decisa con la legge regionale varata il 26 giugno 2015. I due rispettivi presidenti, accompagnati dal vicepresidente del quartiere Belvedere Salvatore Ortisi, hanno quindi presentato la bozza di proposta di legge regionale destinata al ripristino delle municipalità nelle ex frazioni con popolazione superiore a 3 mila abitanti. Giovedì alle 19 l’istanza sarà illustrata e sottoposta alla votazione dei due consigli circoscrizionali che si riuniranno in seduta congiunta a Belvedere, alla quale sono stati invitati i cinque nuovi deputati regionali a cui verrà dato mandato di portarla e sostenerla all’Ars.

I presidenti hanno spiegato di essere disposti a rinunciare a qualsiasi gettone o stipendio, e di puntare con questa richiesta di modifica della legge regionale a realizzare una rappresentatività e gestione delle risorse finanziarie nel bilancio del Comune. Cassibile, che rivendica l’autonomia da oltre quarant’anni, si dice addirittura disponibile a rinunciare a ogni ricorso giudiziale in caso di accordo politico in tal senso ma in ogni caso la battaglia intrapresa non intende fermarsi qui e con Belvedere si dicono disponibili a organizzare altre iniziative per garantire rappresentanza ai 15 mila residenti.


In alto