News

Siracusa, dai balconi un messaggio di forza e speranza: “Andrà tutto bene”

SIRACUSA – L’inno nazionale e le lenzuola bianche con la scritta “Andrà tutto bene” per esorcizzare la paura del virus. Anche Siracusa ha risposto all’invito lanciato sui social di suonare dai balconi l’inno di Mameli per un flash mob nato online, con la richiesta di “suonare insieme anche se lontani”. Un’iniziativa simbolica per allontanare la paura in questi tempi di emergenza sanitaria. L’epidemia mette ansia, fa paura e allora ecco spuntare in mattinata i primi striscioni appesi sui balconi nelle zone più disparate della città. La scritta è chiara e rappresenta un messaggio diretto a tutti: non bisogna mollare. Il sacrificio di rimanere chiusi in casa non sarà inutile. E’ la speranza di una città i cui abitanti da qualche giorno non escono dalle loro abitazioni. Le strade sono quasi deserte e si esce solo per esigenze vitali. Molti stanno evitando ogni contatto sociale e gli assembramenti sono ormai un ricordo che sembra appartenere a tempi lontani

Un messaggio importante quello di oggi. E allora ben vengano  foglietti, lenzuola e striscioni perché i social non bastano più. Un modo anche per testimoniare fisicamente il supporto della cittadinanza ai medici, agli infermieri, alle forze dell’ordine. E’ così che ci si scrolla di dosso la paura per rilanciare verso il futuro nuove speranze di vita. Anche i tifosi del Siracusa calcio hanno fatto la loro parte, esponendo uno striscione di ringraziamento verso quei medici eroi che ogni giorno rischiano di ammalarsi per curare chi è stato colpito dal coronavirus

Domani sempre alla stessa ora chi vorrà potrà far suonare o cantare “Azzurro”e domenica “Il cielo è sempre più blu”.


getfluence.com
In alto