Politica

Siracusa, dimensionamento scolastico, il sindaco Italia: “Oltre le peggiori previsioni, ci opporremo in ogni sede”

SIRACUSA – “Non ci aspettavamo granché dalla Conferenza regionale sull’organizzazione scolastica ma con amarezza devo dire che sono riusciti ad andare oltre le peggiori previsioni. Anche per questo ci opporremo in ogni sede alla decisione presa“. Lo dichiara stamani il sindaco di Siracusa, Francesco Italia (nella foto di repertorio in copertina), commentando le conclusioni della riunione palermitana con la quale è stata ridisegnata la rete scolastica anche nella provincia aretusea, che vedrà interessati undici istituti di cui ben quattro nel capoluogo, anziché i tre previsti dalla conferenza provinciale.

Sapevamo – prosegue il sindaco Italia – che il destino di “Martoglio” e “Insolera” era, in qualche modo, segnato, ma la scelta di far sparire, oltre alla “Chindemi”, anche l’ “Archimede” è sconcertante. Il tavolo regionale sul dimensionamento scolastico non ha fatto altro che applicare pedissequamente le indicazioni del governo nazionale, finalizzate prioritariamente a realizzare dei risparmi tagliando le dirigenze didattiche. Mi chiedo, allora, perché siano stati investiti i territori se si voleva solo far prevalere la logica dei numeri e ignorare, come è stato fatto, le esigenze degli alunni e della famiglie“.

Il primo cittadino di Siracusa conclude: “Ci è stato subito chiaro che la provincia avrebbe pagato un prezzo altissimo e per questo, come sindaci, abbiamo messo sul tavolo soluzioni alternative dettate dal buon senso e, soprattutto, rispettose dell’interesse primario che la Scuola dovrebbe perseguire: assicurare la migliore formazione possibile dei giovani, cioè di coloro che rappresentano il nostro futuro. Invece ci siamo scontrati contro un muro di gomma e contro la volontà di affermare un modello scolastico fatto di istituti affollati, con centri decisionali distanti dagli studenti e, soprattutto per i Comprensivi, poco consapevoli dei contesti in cui i ragazzi vivono e crescono. Un modello che, proprio per la nostra approfondita conoscenza dei territori, respingiamo e che combatteremo“.


La Gazzetta Siracusana su facebook

LE CITTÀ DEL NETWORK

Copyright © 2023 La Gazzetta Siracusana.it
Testata editoriale iscritta al ROC con numero 25784
Direttore responsabile: Cecilia Casole
PF Editore di Forestiere Pietro - P. IVA 01864170897

Copyright © 2016/2023 PF Editore

In alto