Cronaca

Siracusa, disturba il vicinato e ferisce agenti intervenuti, 33enne marocchino dai domiciliari al carcere

SIRACUSA – Agenti della Polizia di Stato, in servizio alle Volanti della Questura di Siracusa, hanno arrestato nella notte il 33enne Mahadi Jail, di origini marocchine, per “evasione, porto ingiustificato di oggetti atti ad offendere, resistenza, violenza, minaccia, lesioni a pubblico ufficiale e disturbo alla quiete pubblica”.

Nello specifico, intorno alle ore 2,45 della notte tra sabato e questa domenica, gli agenti hanno dapprima denunciato il Jail perché trovato all’esterno della propria abitazione, non rispettando il regime a cui era sottoposto degli arresti domiciliari.

Dopo circa un’ora, è giunta alla sala operativa una segnalazione per disturbo della quiete pubblica a causa della musica ad alto volume proveniente dall’abitazione del 33enne. Gli agenti hanno trovato il Jail nuovamente all’esterno della propria abitazione.

Alla richiesta di spegnere la musica e tornare in casa, l’uomo si sarebbe rifiutato, minacciando gli agenti e ferendone alcuni con calci e pugni, tentando anche di prendere dalla cintola dei pantaloni un coltello di circa 34 centimetri. Una volta bloccato e accompagnato a bordo dell’autovettura della Polizia, il Jail avrebbe danneggiato anche il mezzo, rompendo a calci un finestrino.

Dopo le incombenze di rito, il 33enne è stato portato in carcere.

(foto di repertorio)


In alto