News

Siracusa, Fase 2 Covid, protocollo Confcommercio per riapertura attività commerciali

SIRACUSA – Confcommercio Siracusa elabora un protocollo, presentato al prefetto e ai sindaci della provincia, finalizzato a garantire “chiarezza nell’informazione” e “sicurezza all’interno delle aziende” che, il prossimo 4 maggio, apriranno seppur in modo depotenziato. Sistemi di protezione, informazione ai lavoratori e ai clienti, modalità di pulizia e sanificazione, raccolti in un “Protocollo di regolamentazione per il contenimento della diffusione del Covid-19 per il comparto del commercio, turismo e dei servizi“.

“Il protocollo in questione – dichiara il presidente della Confcommercio provinciale, Elio Piscitello – che riprende pedissequamente le disposizioni del Dpcm del 26 aprile 2020, verrà sottoscritto dal titolare dell’azienda e controfirmato dal Rls oppure Rlst (ove previsto), sotto la propria responsabilità ai sensi degli artt. 46 e 47 Dpr n. 445/2000. È uno strumento agile e di facile gestione”.

Inoltre, qualora le mutevoli condizioni imponessero nuove specifiche procedure per i vari settori merceologici, sarà cura dell’associazione inviare degli “allegati alle autorità, per spiegare le nuove procedure specifiche relative all’applicazione delle nuove norme a cui l’azienda si sottoporrà”.

“Abbiamo voluto chiarire e assistere – aggiunge il direttore di Confcommercio, Francesco Alfieri – le aziende che ogni giorno ci chiamano per avere chiarezza ed essere tranquillizzate anche rispetto alle tante fake news che girano nella rete. Con questo protocollo le aziende sono messe al riparo nell’applicazione delle norme, fermo restando che lo rispettino nell’organizzazione e nelle procedure interne”.

Si Riparte“, è lo slogan coniato per questa ripartenza che dovrà avvenire nel rispetto delle norme e nella massima trasparenza, e in questa direzione Confcommercio Siracusa sottolinea che “occorre dare tutto il supporto possibile per far sopravvivere le imprese che hanno visto cancellare i propri ricavi e mantenere i costi per la quasi totalità”.

(Foto generica)


getfluence.com
In alto