News

Siracusa, firmato un protocollo d’intesa tra il Consorzio Universitario Archimede e l’Istituto Confucio di Enna

SIRACUSA – È stato siglato nei locali di Villa Reimann, il protocollo di intesa tra il Consorzio Universitario Archimede di Siracusa e l’Istituto Confucio di Enna. In virtù dell’anniversario degli scambi culturali tra l’Italia e la Cina, che nel 2020 registrerà 50 anni di attività, l’Istituto Confucio di Enna è pronto a interagire con la città di Siracusa, per la diffusione della conoscenza della cultura cinese. Presente alla conferenza stampa la prof.ssa Marinella Muscarà, preside della Facoltà di Studi Classici, Linguistici e della Formazione dell’Università Kore di Enna.

«Il protocollo che oggi viene siglato segue l’accordo stipulato a marzo 2019 tra questi due enti, con un’offerta formativa linguistica che si realizza con l’obiettivo di promuovere uno scambio tra culture diverse, inteso non solo come arricchimento linguistico ma anche come arricchimento culturale identitario tout court», afferma la Muscarà.

Il programma prevede quattro corsi di lingua cinese di livello base, aventi come target privilegiato gli studenti e gli operatori del settore turistico e alcuni eventi culturali gratuiti che saranno aperti alla cittadinanza. I corsi saranno comunque aperti anche a tutti coloro che vorranno provare ad imparare la lingua cinese. Il costo dei corsi e il calendario delle lezioni verrà pubblicato a ridosso delle festività natalizie, sia nel sito dell’Istituto Confucio di Enna che sul sito del Consorzio Universitario Archimede. Sono previste 40 ore di laboratorio linguistico con inizio a febbraio 2020 e conclusione a maggio dello stesso anno. Ai partecipanti verrà rilasciato un attestato di frequenza e chi fosse interessato potrà inoltre conseguire la certificazione internazionale di lingua cinese di primo livello. I corsi saranno tenuti da insegnanti madrelingua in sinergia con giovani laureati in lingua e cultura cinese. «L’Istituto Confucio si pone come promotore e ambasciatore della cultura cinese, per questo vorremmo organizzare almeno 4 incontri culturali così da diffondere una conoscenza più ampia dell’identità del popolo cinese, dalla cucina, alla musica, al teatro, all’arte», prosegue la Muscarà.

Anche l’assessore alla Cultura Fabio Granata, presente in conferenza stampa, è intervenuto: «Quello che accade oggi è un fatto di grande rilevanza, perché l’Istituto Confucio è uno degli Istituti di cultura più importanti al mondo e siamo contenti di poter avviare un percorso di collaborazione e di scambio culturale grazie al Consorzio Universitario Archimede e all’Università Kore di Enna. Da qui si apre la strada verso una serie di collaborazioni che avranno delle applicazioni pratiche per la creazione di una struttura di capitale internazionale di cultura, da sviluppare insieme agli addetti ai lavori, guide turistiche e operatori vari. Conoscere l’identità culturale della civiltà cinese, millenaria come la nostra, può essere solo un fattore di crescita collettiva».

La volontà di portare avanti scambi culturali bilaterali è stata ulteriormente confermata dalla pubblicazione che verrà fatta nella prossima primavera, a seguito di un lavoro di valorizzazione della figura di Prospero Intorcetta, il missionario gesuita siciliano che nel 1600 tradusse il canone confuciano, ad opera dell’Istituto Confucio e dell’Università Kore. Il progetto, presentato dal prof. Alessandro Tosco, nasce sia per festeggiare il quindicesimo anniversario dell’ateneo Kore sia in virtù dei 50 anni di relazioni diplomatiche tra Italia-Cina.

«È una grande opportunità per la città di Siracusa avere la possibilità di poter ospitare questa nuova offerta formativa attraverso la collaborazione tra il Consorzio Universitario Archimede e l’Istituto Confucio.» dichiara il presidente del Consorzio, avv. Silvano La Rosa «Un sentito grazie a tutti coloro che nei mesi scorsi si sono adoperati anima e corpo alla realizzazione di questo accordo e in particolar modo intendo ringraziare l’instancabile e vulcanica Prof.ssa Marinella Muscarà senza il cui apporto non si sarebbe potuto giungere a questo risultato. Un grazie allo staff del Consorzio Universitario Archimede, al Prof. Mario Blancato, alla Dott.ssa Marina Vaccarella e all’incessante lavoro di tessitura della Dott.ssa Irene Gionfriddo. Un grazie infine al nostro Sindaco di Siracusa, Dott. Francesco Italia e all’Assessore alle politiche culturali del Comune di Siracusa, On. Fabio Granata per il costante sostegno alle iniziative del Consorzio Universitario.»

 


getfluence.com
In alto