News

Siracusa, flash mob di protesta dell’Associazione nazionale ambulanti: “Non siamo invisibili”

SIRACUSA – “Non siamo invisibili”. Protesta l’Associazione nazionale ambulanti (A.n.a.), che ha organizzato un flashmob su scala nazionale per chiedere maggiore considerazione al Governo e alle istituzioni, in vista della manifestazione nazionale del 3 giugno a Roma. A Siracusa raduno e cartelli esposti al mercato di via Giarre.  “La nostra categoria è stata dimenticata dal premier Conte e dai suo ministri, che non ci ha contemplato nei suoi atti ufficiali e nei decreti emanati sino ad ora per l’emergenza Coronavirus – affermano Sebi Morale e Matteo Melfi, rispettivamente presidente e segretario provinciale A.n.a. Siracusa –  Abbiamo necessità di un sostegno ma, soprattutto, abbiamo necessità di tornare a lavorare. Perché – si chiedono – nonostante gli annunci, non tutti i mercati sono stati riaperti dal 18 maggio scorso? Perché le fiere non hanno una data esatta di ripartenza? Perché il Governo non ha stabilito un contributo diretto per gli ambulanti, come richiesto dall’A.n.a?”. Sono solo alcune delle domande rimaste finora senza risposta. A infastidire l’Associazione anche la mancata cancellazione di tributi come Tosap, Cosap e della tassa sui rifiuti, “che non sono stati eliminati ma soltanto posticipati”.  Morale e Melfi concludono rivolgendo un apprezzamento all’Amministrazione comunale di Siracusa “per essersi adoperata, in questa situazione emergenziale, nel comprendere le nostre esigenze di tornare a lavorare. Già dal prossimo mercoledì speriamo – terminano – che si possa davvero concretizzare la riapertura del mercato”.


getfluence.com
In alto