Politica

Siracusa, il deputato nazionale Pippo Zappulla sentito dalla commissione regionale antimafia

SIRACUSA – Il deputato nazionale del partito democratico Pippo Zappulla è stato sentito questa mattina dalla commissione regionale antimafia in merito al caso “Siracusa”. L’audizione del deputato siracusano avviene dopo quelle del sindaco Garozzo e della consigliera comunale Princiotta.

“Ho confermato stamane le mie valutazioni sulle note vicende comunali: molte zone d’ombra – dchiara Zappulla –  e un sistema malato a causa di una asticella della legalità e della  trasparenza scivolata troppo in basso. Dodici fascicoli e e forse più di fascicoli di indagini e 31 richieste di rinvio a giudizio testimoniano che le vere  ipotesi di ‘infiltrazione’ emerse davvero riguardano le accuse di concussione, di corruzione e di tante anomalie e irregolarità amministrative e gestionali.

“Si tratta, quindi, di attendere con grande fiducia l’ottimo lavoro delle Commissioni Antimafia e soprattutto quello egregio della Procura della Repubblica per fare piena luce, verità e giustizia. Ma mi appare abbastanza chiaro che lo scenario che già si intravede nitidamente è quello  di un grande flop e chi  si  è dilettato – per tentare di nascondere le proprie responsabilità e la evidente debolezza politica –  in improvvide e irresponsabili dichiarazioni infamanti contro alcune persone e l’intero Partito presto sarà chiamato a risponderne in ogni sede politica e istituzionale. Ho consegnato, infine, alla Commissione e al suo Presidente – che ringrazio per avermi invitato – ampi stralci delle conferenze stampa tenute da solo e insieme alla consigliera comunale del Pd, Simona Princiotta, sulle vicende comunali. Sintesi esemplificative del vero scontro in atto in questi anni”.


In alto