News

Siracusa, inquinamento petrolchimico, “Codici” lancia class action per risarcimenti a cittadini

SIRACUSA – Un esposto per chiedere alla Procura di estendere le indagini sull’inquinamento ambientale nel petrolchimico anche a Regione, Arpa, Asp ed ai Comuni. Lo ha annunciato ieri l’ex parlamentare nazionale Fabio Granata insieme ai componenti dell’associazione “Codici”, Manfredi Zammataro che è il segretario regionale dell’associazione e Mario Campione che coordina l’ufficio legale regionale, e a Massimiliano Scalisi componente del Centro studi, durante una conferenza che si è tenuta in un albergo siracusano.

Dopo il provvedimento disposto dalla Procura che ha sequestrato gli impianti Isab – Lukoil ed Esso (vedi articolo), rimasti comunque operativi, il dito puntato è verso il Cipa, il Consorzio per la protezione dell’ambiente, e direttamente sul suo presidente Salvatore Sciacca, invitato da Granata e dai legali di “Codici”.

Zammataro ha affermato: “Ci sono una serie di responsabilità gravissime e successive all’esposto originario e chiederemo quindi di allargare l’indagine alla Regione, Arpa, alle Asp territoriali. Il sequestro della Procura consente di dare il via ad una class action all’interno del procedimento penale”.

Di necessità di avviare le bonifiche e di rigenerazione industriale ha parlato Granata, che nel suo intervento ha sferzato l’azione del Cipa e di chi dovrebbe controllare l’ambiente: “La legge sul Registro dei tumori non è mai entrata in vigore dopo essere stata proposta da me. Il tema dei limiti della legislazione vigente in tema di sostanze nocive e che dovrà essere affrontato in sede nazionale e di Ars, sperando che esistano meno parlamenti e governi assoggettati ai voleri dei petrolieri. Non siamo contro le industrie, ma devono essere chiamate all’obbligo delle bonifiche e della rigenerazione industriale e degli impianti. Da oltre quarant’anni abbiamo vissuto una tragedia ambientale che solo ora sta avendo giustizia. Dobbiamo rilevare che la conferenza è stata convocata da una settimana, preparata con cura ed abbiamo notato con una certa ironia che si è risvegliato un vasto fronte del mondo politico siracusano, attento alle problematiche dell’area industriale siracusana di chi fino a ieri era impegnato in altre situazioni”.

In sala, tra gli altri, l’ex assessore regionale Paolo Ezechia Reale e l’ex sindaco di Siracusa Roberto Visentin.


getfluence.com
In alto