Elezioni amministrative 2018

Siracusa, intimidazione a collaboratore di Simona Princiotta, primi attestati di solidarietà

SIRACUSA – Una busta contenente un proiettile ed un foglio in cui era scritta la frase “Non aiutare più a Simona Princiotta”, è stato ritrovato da un collaboratore dell’attuale consigliere comunale. Simona Princiotta è in corsa per la campagna elettorale per uno dei posti al prossimo consiglio comunale, e dovrebbe trovare spazio in una delle liste civiche a sostegno del candidato sindaco Ezechia Paolo Reale.

La consigliera è nota per aver presentato più di una denuncia su diversi argomenti contro l’attuale amministrazione Garozzo. Il giovane che collabora nella campagna elettorale con la Princiotta ha rinvenuto la busta nella buca delle lettere. Sono in corso le indagini da parte della polizia scientifica e la squadra mobile sta lavorando per chiarire il contesto.

Intanto si registra la solidarietà del candidato sindaco di Siracusa, Ezechia Paolo Reale. “Condanno fermamente l’atto vigliacco e criminale – afferma Ezechia Paolo Reale – e invoco l’attenzione delle autorità competenti sul corretto svolgimento della campagna elettorale in modo da impedire che i veleni, da troppo tempo presenti su Siracusa, condizionino le scelte libere e democratiche dei cittadini”.

Peppe Germano, coordinatore provinciale dei Popolari e autonomisti, in coalizione con Reale, dichiara: “Le battaglie che in questi anni Simona ha condotto hanno colpito nel segno. Non saranno quattro criminali da strapazzo a intimidire e intimorire una battagliera per natura qual è Simona. Il consiglio comunale di Siracusa non può perdere un elemento valido così come lo è stato in questi anni Simona Princiotta, dunque l’invito che i Popolari autonomisti – Idea Sicilia fanno, è di continuare ancora con più determinazione le battaglie in favore della cittadinanza aretusea”.


getfluence.com
In alto