News

Siracusa, “Mai… di nuovo” violenza di genere, progetto Ulepe al dibattito conclusivo al ‘Gagini’

SIRACUSA – Ha avuto luogo stamani, nell’aula magna dell’istituto “Gagini” di Siracusa, la conferenza conclusiva della prima edizione del progetto “Mai… di nuovo” dell’anno 2024, realizzato dall’Ufficio locale di esecuzione penale esterna (Ulepe) di Siracusa del dipartimento per la giustizia minorile, in collaborazione con il “Gagini”.

Oltre al direttore dell’Ulepe di Siracusa Manuela Currao e del dirigente scolastico del “Gagini” Giovanna Strano, hanno partecipato anche l’assessore alla pubblica istruzione Teresella Celesti, che ha portato i saluti del sindaco Francesco Italia, Monica Marchionni magistrato di sorveglianza di Siracusa, i dirigenti della Polizia di Stato, segnatamente Guarino responsabile dell’ufficio prevenzione e soccorso pubblico e Bufalino dirigente della sezione operativa sicurezza cibernetica, e Roberta Montalto direttore dell’Ufficio di servizio sociale per i minorenni (Ussm) di Catania.

I relatori sono intervenuti nel solco dell’idea di affrontare la complessità del fenomeno della violenza nelle relazioni intime adottando una visione multi-prospettica. “Gli agiti aggressivi non sono spiegabili attraverso fattori univoci – si legge nel comunicato a margine – ma, al contrario, tramite un’analisi multiprofessionale, che si fondi su un’attenta considerazione delle motivazioni e dei bisogni profondi che hanno originato la relazione nei suoi aspetti disfunzionali, elementi culturali, sociali, rapporti tra uomo e donna, caratteristiche della personalità di ciascun individuo coinvolto, risorse e bisogni profondi delle singole persone“.

Focus importante è stato il trattamento dei minori vittime di violenza assistita, giacché “gli studi settore dimostrano che i comportamenti abusanti e di vittimizzazione sono in gran parte appresi in ambito familiare“.

Presente alla conferenza l’équipe multidisciplinare dell’Ulepe costituita dal funzionario di servizio sociale Motta, dall’assistente capo coordinatore di polizia penitenziaria Caristia, dalla psicologa Respini e dalla pedagogista Gennuso, che hanno presentato i risultati del lavoro condotto con i discenti.

Tra i relatori, ospite particolare, una persona in esecuzione penale esterna che ha testimoniato la sua esperienza di reo e il percorso di reinserimento nel tessuto sociale dopo la condanna.

L’incontro in plenaria rappresenta la conclusione di una parte del progetto “Mai… di nuovo”, nell’ambito del quale è stato svolto un percorso di prevenzione primaria rivolto a tutti gli alunni delle seconde classi dell’istituto scolastico, finalizzato al superamento degli stereotipi di genere e alla conoscenza delle proprie emozioni.


La Gazzetta Siracusana su facebook

LE CITTÀ DEL NETWORK

Copyright © 2023 La Gazzetta Siracusana.it
Testata editoriale iscritta al ROC con numero 25784
Direttore responsabile: Cecilia Casole
PF Editore di Forestiere Pietro - P. IVA 01864170897

Copyright © 2016/2023 PF Editore

In alto