News

Siracusa, mondiali di canoa polo: tutto pronto per la cerimonia di apertura

SIRACUSA – Saranno 750 atleti di 28 nazioni a dare spettacolo da martedì per i campionati mondiali di canoa polo che si disputeranno a Siracusa fino al 4 settembre. Lunedì a partire dalle ore 19 si terrà la cerimonia inaugurale dei mondiali con delle presenze di eccezione. Una cerimonia che vedrà sfilare tutti gli atleti lungo il corso Umberto.

Anche nell’Area Relax offerta dal main sponsor Ortea Palace Hotel e messa a disposizione dal Club Velico Lakkios di Ivan e Christian Scimonelli, oggi era tutto pronto per il Mondiale di Canoa Polo Siracusa 2016. Presentata da Ezechia Polo Reale, coordinatore Gruppo Russotti Gestione Hotels, la Breve Guida ai Mondiali. Accanto Sebastiano Russotti, amministratore del Gruppo Russotti spa, Andrea Donzelli rappresentante della Federazione Nazionale di Canoa Polo, il cerimoniere Pino Scarpellino, Tino Corvaia del Comitato Organizzatore e l’assessore al Turismo Francesco Italia. Un saluto, un brindisi di buon augurio e importanti direttive da parte dei rappresentanti del rigido cerimoniale, che verrà seguito per tutto il mondiale di questi giorni. Per la prima volta la Canoa Polo in specchio d’acqua salata le cui partite, ad ingresso gratuito, avranno inizio alle prime luci del mattino del 30 agosto per chiudere con le ultimi finali il 3 e il 4 settembre. In dettaglio l’orario delle partite delle squadre italiane nella Breve Guida ai Mondiali.

Ezechia Paolo Reale, coordinatore Gruppo Russotti Gestione Hotels per i Mondiali di Canoa Polo 2016, ha dichiarato: “Siracusa prima di ogni cosa. Trovare uno sponsor come il gruppo Russotti, al quale devono andare i ringraziamenti della città tutta, che unisse la sua forza a quella degli organizzatori era un obiettivo a cui puntare e una scommessa da fare”.

Ha aggiunto: “Sono felice ed orgoglioso di avere contribuito, con il mio gruppo di lavoro, alla preparazione dell’evento sportivo. Da adesso in poi dobbiamo goderci lo sport, la sana competizione, la bellezza di questa città che, a prescindere da tutto e da tutti, rimane unica”.

Reale ha concluso: “A Siracusa centinaia di atleti da tutto il mondo, dunque per una volta smettiamo vesti provinciali, riserviamo loro le medaglie, godiamoci il lavoro di quanti, da Libero Romano a Tino e Rosanna Corvaia, da mesi lavorano a questo grande progetto di rinascita e bellezza nel segno dello sport e del turismo e tifiamo insieme per le nazionali azzurre”.


In alto