Politica

Siracusa, Nuovo ospedale, Vinciullo esulta: “Sarà Dea 2° livello con 420 posti letto, finanziamento di 200 milioni”

SIRACUSA – Dopo aspre critiche indirizzate all’assessore regionale alla Salute, Ruggero Razza, l’ex parlamentare regionale Vincenzo Vinciullo (insieme a Razza nella foto di copertina) lo ringrazia per “aver mantenuto gli impegni assunti con la nostra delegazione (guidata, lo scorso luglio, dalla deputata nazionale Stefania Prestigiacomo, ndr) e il Presidente dell’Assemblea regionale siciliana Gianfranco Micciché” sul Nuovo ospedale di Siracusa.

“Il Nuovo Ospedale di Siracusa sarà Dea di 2° livello, con valenza di bacino – annuncia Vinciullo – avrà fino ad un massimo di 420 posti letto, attingendo l’aumento, sia alle riserve di rete, sia alla rideterminazione dei posti letto delle strutture non attivate”.

“Avrà 420 posti letto e il finanziamento per costruirlo sarà di 200 milioni di euro – aggiunge l’ex parlamentare regionale – Dopo tante battaglie sostenute senza guardare in faccia nessuno e nell’interesse esclusivo del nostro territorio, abbiamo ottenuto ciò che abbiamo chiesto con forza e determinazione. Il risultato positivo, direi straordinario, è il frutto di anni ed anni di lotta che dimostra, ancora una volta, che la lotta paga sempre, mentre il servilismo mai!”.

“L’intervento potrà raggiungere i 200 milioni di euro, risorse che trovano copertura in quelle liberate dal Presidio Ospedaliero “Cervello”, già finanziato nel primo stralcio, ex art.20, approvato dal Ministero della Salute – spiega – Le risorse verranno riprogrammate, attingendo, come avevo sempre detto, dai fondi statali ex art. 20 della legge 11 marzo 1988, n. 67“.

Vinciullo conclude così: “Finalmente un risultato positivo per la nostra provincia che vede riconosciuto il proprio ruolo politico non subalterno a nessun altro territorio e su cui, mi sia permesso ricordare, nessuno aveva creduto. A chi dopo l’incontro palermitano aveva trovato da ridire e addirittura da schernire: la minestra è servita, accomodatevi! Adesso si proceda, con la speditezza dovuta, alla scelta dell’area necessaria per la costruzione di un Ospedale Dea di 2° livello”.


In alto