News

Siracusa, ordinanza prefettizia anti-assembramenti, Confindustria tende la mano ai sindacati

SIRACUSA – Un appello “alle forze sindacali e alle forze politiche” viene lanciato dal presidente di Confindustria Siracusa, Diego Bivona, al fine di “guardare alla sostanza dell’Ordinanza prefettizia e di confrontarci con un dialogo costruttivo per risolvere responsabilmente le criticità che possono presentarsi, come avvenuto in passato, in tante occasioni, anche grazie alla mediazione della Prefettura”.

Il riferimento è alla ordinanza prefettizia dello scorso 9 maggio che vieta gli assembramenti, fino al termine di settembre, in dodici punti della zona industriale di Priolo-Augusta-Melilli. Un’ordinanza su cui si è espresso positivamente, sotto il profilo tecnico, il Tar di Catania, rigettando la richiesta di sospensiva presentata dalla Cgil. E sulla quale è scoppiato il caso politico legato a presunte interferenze della diplomazia russa nei confronti del ministero dell’Interno.

“Non voglio entrare nella querelle politica seguita all’Ordinanza prefettizia volta ad impedire i blocchi delle portinerie nelle raffinerie dell’area industriale – afferma Bivona – ma poiché la nostra mission è difendere il lavoro e lo sviluppo della libera imprenditoria, ritengo necessario precisare che l’Ordinanza non mette in discussione il diritto sacrosanto allo sciopero da parte del sindacato”.

“La questione – sottolinea il presidente degli industriali siracusani – va valutata con senso di responsabilità, poiché la pratica del blocco delle portinerie, che sul piano del diritto non può certamente considerarsi legale, impedisce l’accesso del personale dedicato ad impianti ad alto rischio, che richiedono, sotto il profilo della sicurezza, una continua manutenzione. Senza considerare che le imprese si trovano di fronte a dispute tra lavoratori ed aziende appaltatrici che non vedono alcun loro ruolo né responsabilità, se non quella di continuare a dare lavoro e a creare occupazione nel nostro territorio”.

Intanto, la Cgil siracusana aveva già convocato per domani mattina una riunione di direttivo, aperta alla stampa, sulla questione dell’ordinanza prefettizia. Ai lavori, al fianco del segretario provinciale della Cgil, Roberto Alosi, saranno presenti il componente della segreteria nazionale Cgil, Luciano Silvestri, e il segretario generale Cgil Sicilia, Alfio Mannino.

(Nella foto di repertorio: sit in di lavoratori di un’azienda appaltatrice nella zona industriale davanti a portineria Lukoil, maggio 2018)


getfluence.com
In alto