Primo piano

Siracusa, primo giorno di scuola: distanziamento e mascherine all’istituto “Enrico Fermi”

SIRACUSA – Autocertificazione, mascherine e misurazione della temperatura. Sono entrati così oggi, primo giorno di scuola, gli studenti dell’istituto “Enrico Fermi” di Siracusa. In circa mille hanno varcato, in maniera scaglionata e senza assembramenti, i portoni di ingresso dell’edificio di via Torino. Il preside Antonio Ferrarini, per l’occasione, ha individuato 4 accessi, a seconda dell’ubicazione delle aule e tre momenti di ingresso: 8, 8.15 e 8,30. Tutti a lezione con orario ridotto per le prime classi e pieno per tutte le altre. La scuola di via Torino è stata tra le prime (a livello di Superiori) a ripartire con le lezioni, insieme al “Corbino”, all’ “Insolera” e al “Gargallo“. Le altre daranno inizio alle didattica nei prossimi giorni.

Al “Fermi” tutto secondo le nuove normative, tranne per quanto riguarda i banchi. Quelli mobili e monouso non sono ancora arrivati. Si fa lezione come prima ma, poiché non è possibile mantenere il distanziamento sociale, studenti e docenti devono indossare la mascherina per tutta il tempo in cui saranno in aula. Potranno toglierla solo per la ricreazione e l’educazione fisica se all’aria aperta e dunque in cortile. A tal proposito, disegnati appositi cerchi per terra per garantire il distanziamento. Per le prime due settimane le lezioni verteranno solo sull’educazione civica, da ottobre via al normale corso didattico.

“Abbiamo cercato di non lasciare nulla al caso – ha detto il dirigente scolastico – Agli studenti chiediamo uno sforzo nell’interesse della salute di tutti. Non sarà semplice adeguarsi ai nuovi stili di comportamento ma, fin quando questa emergenza non sarà superata, non avremo altre scelte. E’ importante comunque dimostrare che alla normalità si può e si deve pian piano tornare. Ringrazio il corpo docente e quanti mi hanno collaborato nell’organizzazione dei nuovi percorsi all’interno di uno degli edifici scolastici più grandi della Sicilia”.


getfluence.com
In alto