News

Siracusa, progettazione nuovo ospedale, graduatoria proposte tecniche entro il 7 marzo. Ecco il cronoprogramma

SIRACUSA – Il 5 gennaio scorso si è conclusa la fase di ammissione delle 15 proposte tecniche per la progettazione del nuovo ospedale di Siracusa, presentate dai partecipanti al concorso di idee, avviato  dall’Asp di Siracusa un anno fa e di cui il commissario straordinario ad acta, il prefetto Giusi Scaduto (nella foto di repertorio, ndr), lo scorso 23 novembre ha disposto “la prosecuzione, in conformità agli obiettivi di accelerazione fissati dall’art. 42 bis del decreto legge 8 aprile 2020 n.23, convertito con legge 5.6.2020, n. 40”, come si apprende da un comunicato odierno.

Viene reso noto dal commissario straordinario che la Commissione giudicatrice, appositamente istituita, è ora al lavoro per selezionare le migliori proposte ideative e formulare la graduatoria di merito entro il prossimo 7 marzo. Al vincitore del concorso saranno affidati, previa verifica dei requisiti di ordine generale e speciale previsti dal D. Lgs. 50/2016, tutti i servizi di ingegneria dell’opera, ad esclusione del supporto al Rup e della Verifica della progettazione.

Secondo il cronoprogramma ricordato dal commissario straordinario, entro 75 giorni dall’aggiudicazione, l’operatore economico dovrà presentare il progetto preliminare e, nel prosieguo: il progetto definitivo entro 120 giorni dall’approvazione del preliminare; il progetto esecutivo entro 60 giorni dall’approvazione del definitivo.

“In concomitanza, questo Commissario – fa sapere il prefetto Giusi Scaduto – provvederà – ove necessario, anche avvalendosi delle deroghe consentite dalla normativa – ad espletare i vari adempimenti parimenti propedeutici alla concreta realizzazione del nuovo complesso ospedaliero, quali variante urbanistica, dichiarazione di pubblica utilità, acquisizione delle aree e dei pareri delle Amministrazioni competenti, predisposizione degli atti di gara per la selezione dell’appaltatore”.

“Nell’ottica della massima prevenzione di possibili fenomeni corruttivi o di tentativi di infiltrazione della criminalità mafiosa – aggiunge il commissario straordinario ad acta – si procederà pure ad elaborare uno specifico protocollo di legalità, adeguato all’evoluzione normativa e giurisprudenziale in materia di appalti pubblici. Inoltre, grazie alla costante collaborazione con l’Assessore della Salute, avv. Ruggero Razza, sono in fase avanzata le intese con i Ministeri della Salute e dell’Economia per la stipula dell’accordo di programma relativo alla totale copertura finanziaria dell’intervento, già inserito dalla Regione siciliana nella programmazione dell’edilizia ospedaliera (legge 67/88) per un costo stimato di 200 milioni di euro“.


In alto