News

Siracusa, settore bancario. Fisac Cgil: “Nei prossimi tre anni meno posti di lavoro e sportelli”

SIRACUSA – Nel corso del IX° Congresso Provinciale della Fisac-CGIL di Siracusa, si è parlato delle prospettive per il prossimo triennio per quanto riguarda il settore bancario.

Al Congresso erano presenti, oltre ai delegati eletti nelle assemblee, anche il Segretario Generale della CGIL di Siracusa, Roberto Alosi e la Segretaria Generale Regionale della Fisac CGIL Sicilia. La Fisac è la Federazione sindacale degli Assicurativi e del Credito. La relazione del segretario della Fisac siracusana, Raffaele Scollo, è partita dall’analisi delle azioni, delle sfide e dei risultati conseguiti dall’ultimo congresso dalla CGIL e dalla Fisac.

Scollo ha parlato della situazione della provincia di Siracusa:”Per quanto riguarda il territorio siracusano, la situazione nel credito e delle assicurazioni è la seguente: lo scenario bancario provinciale, per applicazione delle politiche nazionali sulla riduzione degli organici e la chiusura degli sportelli – spiega Scollo”.

“Nel nostro settore – prosegue il segretario Fisac – grazie alla buona sindacalizzazione dei bancari, sono stati creati strumenti totalmente finanziati dai lavoratori e dalle aziende, che stanno assistendo i lavoratori più anziani coinvolti nei piani di esodo volontario di accompagnamento alla pensione. Il nostro territorio sta subirà, nel corso del prossimo triennio, una costante riduzione della presenza di sportelli bancari e la conseguente perdita di posti di lavoro del settore”.

“È importante che la popolazione sia cosciente della trasformazione degli sportelli bancari tradizionali in uffici finanziari – conclude Scollo. I piani industriali delle aziende di credito coinvolgono direttamente anche il lavoro svolto dai bancari che si stanno trasformando in venditori di prodotti finanziari preconfezionati”.


getfluence.com
In alto