News

Siracusa, si chiama “Rita” la dipendente comunale virtuale che risponde sui provvedimenti anti-Covid

SIRACUSA – Si chiama “Rita” ed è l’assistente virtuale che risponde alle domande dei cittadini sui provvedimenti governativi di contrasto alla diffusione del Covid-19, che si sono succeduti numerosi a partire dal Dpcm “Io resto a casa” della prima metà di marzo, creando non poca confusione nella cittadinanza. Questa sorta di “dipendente comunale” virtuale si attiva automaticamente tramite una finestra di chat testuale e vocale appena si accede sul sito istituzionale del Comune. Dotata di un sistema di autoapprendimento intelligente, “Rita” è attiva 24 ore su 24, 7 giorni su 7, ed è fruibile da computer, tablet, smartphone e altro device connesso ad internet.

Per il periodo dell’emergenza sanitaria, Ready Go One, azienda del Gruppo Readytec e Go2tec a bordo dell’iniziativa creata da QuestIt Srl (società senese esperta nella produzione di sistemi di intelligenza artificiale in collaborazione con Exprivia Spa), hanno proposto ai Comuni, in formula gratuita per 90 giorni, tale sistema di intelligenza artificiale che interagisce vocalmente con gli utenti in tempo reale. In questo modo i cittadini potranno porre domande sulle ultime disposizioni emanate dal Governo per contrastare l’avanzamento del Covid-19, conoscere le attività consentite e quelle vietate, le prescrizioni sugli spostamenti e le autodichiarazioni, e ogni altra questione trattata nel decreto.

“Con il servizio di assistenza virtuale “Rita” vogliamo dare la possibilità ai cittadini di essere più informati e sempre aggiornati, in un momento difficile come questo, attraverso un sistema intelligente, disponibile per tutti 24 ore su 24 e accessibile da ogni dispositivo e da qualsiasi luogo”. Questa la dichiarazione congiunta del sindaco Francesco Italia e dell’assessore ai Servizi informatici ed Innovazione tecnologica, Giusy Genovesi, che al contempo ringraziano “le aziende coinvolte per il contributo concreto dato per far fronte all’emergenza nazionale offrendo gratuitamente al nostro Comune un nuovo strumento in grado di informare e rassicurare i cittadini”.


getfluence.com
In alto