News

Siracusa, si è spento il “signore degli abissi” Enzo Maiorca, camera ardente a Palazzo Vermexio

SIRACUSA – Si è spento questa mattina a 85 anni nella sua terra natia, Siracusa, Enzo Maiorca, storico primatista mondiale di immersioni in apnea e strenuo difensore dell’ambiente e degli ecosistemi marini.

Maiorca coronò il suo primo sogno nel 1960, toccando profondità -45 metri e battendo il brasiliano Amerigo Santarelli, con il quale ingaggerà una sfida epica. La sua carriera di apneista proseguirà, primato dopo primato, anche con una pausa di diversi lustri, fino al record di -101 metri in assetto variabile fatto segnare nel 1988.

Terminata la carriera agonistica, si è dedicato alla salvaguardia dell’ambiente. Una parentesi politica quando nel 1994 fu eletto senatore nelle liste di Alleanza nazionale. La sua passione è stata sempre condivisa dalle sue figlie Patrizia e Rossana, quest’ultima appassionata di immersione e detentrice di record, scomparsa prematuramente per cancro nel 2005.

“All’alba di oggi, in una di quelle giornate di sole in cui il mare del porto grande a Siracusa sembra immobile, ci ha lasciato un nostro grande concittadino. Grazie Enzo Maiorca, buon viaggio”, ha commentato il sindaco di Siracusa Giancarlo Garozzo.

“Un personaggio che ho conosciuto per la sua storia sportiva ma a me ha colpito l’uomo Maiorca, la sua sensibilità sui temi dell’ambiente. Un uomo come lui ci mancherà. A tutto il Paese come sportivo eccezionale, uomo integro e attaccato alla sua terra: orgoglioso di essere siracusano”, ha detto il prefetto Armando Gradone.

Anche la Marina Militare ha emesso una nota ufficiale di “profondo cordoglio e vicinanza alla famiglia del senatore Enzo Maiorca”, ricordando che fu medaglia d’oro al valor di Marina.

È stata allestita nel salonePaolo Borsellino”, al secondo piano di Palazzo Vermexio, la camera ardente. La salma sarà trasferita nel primo pomeriggio di oggi al palazzo municipale di piazza Duomo. La camera ardente sarà fruibile fino a tutta la giornata di domani, lunedì 14 novembre. I funerali in forma solenne saranno celebrati martedì 15 in Cattedrale.


In alto