Cultura

Siracusa, successo per il Premio internazionale “Centomila artisti per il cambiamento”

SIRACUSA – Non può che essere positivo il resoconto del Premio Internazionale “Centomila Artisti per il Cambiamento – Siracusa 2019”, manifestazione artistica che ha richiamato lo scorso fine settimana nei locali dell’Urban Center artisti e appassionati d’arte da tutto il mondo. Se è vero – come qualcuno diceva –  che l’arte rappresenti una tregua spirituale dalle difficoltà della vita, che oltrepassa i limiti in cui il tempo vorrebbe comprimerla, che la si usa per guardare la propria anima, ebbene lo specchio offertoci da Ella Ciulla – organizzatrice dell’evento –  ha permesso di ammirare una forza e una purezza d’animo non comuni, di osservare tutti i colori della vita mescolati insieme e abbracciati come su una tela, di ascoltare note diverse che hanno composto una sola musica. In un insieme di espressioni eterogeneo ma armonico, che muove profondamente i moti dell’anima perché spezza lo strazio quotidiano delle parole che feriscono o dei silenzi che tracimano verso il precipizio, quando si diventa impenetrabili alla vita a tal punto da non udire più neppure il proprio respiro. A dispetto delle grandi difficoltà gestionali dovute soprattutto ai pressoché inesistenti strumenti finanziari, come sempre accade quando si parla della valorizzazione dei beni immateriali, solo un grande amore per le arti e le persone è ciò che ha permesso la realizzazione di una manifestazione di grande spessore culturale e di una bellissima serata all’insegna del rispetto, dell’amicizia e della passione per la vita, condivisa e apprezzata dal gran numero di astanti. “Ci siamo tutti arricchiti di aria gentile” – asserisce un turista in transito nella nostra città – “e anche una persona come me, con scarsa vena artistica e del tutto avulso alla poesia, ha avuto il piacere di una sorprendente condivisione”. Cosa assolutamente non di poco conto, di questi tempi. Non possiamo che augurarci, pertanto, che tali lodevoli iniziative continuino con un sostegno ancor più partecipato, sia da parte dei cittadini che dell’intera amministrazione comunale”.


getfluence.com
In alto