News

Siracusa, vertenza “Pfe”, accordo in prefettura: proroga di sei mesi per i 29 operatori sanitari

SIRACUSA – Si è tenuto questa mattina in prefettura un incontro per discutere in merito alla vertenza dei lavoratori della “Pfe” con l’Asp, presieduto dal prefetto Luigi Pizzi. La vertenza riguarda il futuro lavorativo di 29 dipendenti dell’azienda che svolgono servizio nelle Rsa (Residenze sanitarie assistite) di Siracusa e Lentini, in vista della scadenza dell’ultima proroga del contratto, prevista per il 14 luglio e dell’annunciata internalizzazione del servizio da parte dell’Asp, nelle more dell’autorizzazione del nuovo bando da parte della Regione.

Convocati dal Prefetto il direttore generale dell’Asp di Siracusa, Salvatore Lucio Ficarra, presente anche all’incontro precedente, e la società “Pfe Spa”, oltre ai sindacati di categoria. Per la Fsi-Usae, che ne dà notizia, presente al tavolo il segretario regionale Calogero Coniglio. Nel precedente incontro la Fsi-Usae aveva chiesto una proroga del contratto di sei mesi in attesa del nuovo bando di gara.

Al termine dell’incontro le parti hanno raggiunto un accordo. I rappresentanti della “Pfe” hanno dato disponibilità a prorogare l’impiego dei dipendenti Oss attualmente in servizio nelle Rsa di Lentini e Siracusa, per un periodo di durata di almeno sei mesi. Il direttore generale dell’Asp, Salvatore Lucio Ficarra, nel comunicare di aver già ricevuto dall’assessorato regionale l’autorizzazione a bandire una nuova gara, ha manifestato la volontà dell’azienda a concedere, nelle more dell’espletamento della gara, la proroga del servizio alla “Pfe”, alle stesse condizioni vigenti, assicurando che contestualmente all’emanazione del bando verranno adottati gli atti finalizzati a stabilire la proroga, fino al 31 dicembre.

I rappresentanti della “Pfe”, alla luce di questi impegni, revocheranno conseguentemente la procedura di licenziamento collettivo. Inoltre le organizzazioni sindacali, qualora non vi siano disposizioni di legge contrarie, richiedono nel nuovo bando di gara l’inserimento della clausola sociale di salvaguardia per gli operatori sanitari.

Da parte della Fsi-Usae esprimono “piena soddisfazione per l’obiettivo raggiunto” il segretario regionale Calogero Coniglio e il segretario provinciale Renzo Spada. “Abbiamo contribuito in modo determinante per conseguire questo risultato – affermano – Un ringraziamento al Prefetto di Siracusa, che ha esercitato con autorevolezza il suo ruolo, e in particolare modo ai lavoratori, per la fiducia riposta e la tenacia dimostrata nel sostenere la lotta”.

(Foto generica)


getfluence.com
In alto