Politica

Siracusa, Vinciullo pronto a ricandidarsi sia all’Ars che a sindaco. Sul governo Musumeci: “Assolutamente inadeguato”

SIRACUSA – Il responsabile provinciale della Lega, l’ex parlamentare regionale Vincenzo Vinciullo, in un’ampia intervista al nostro microfono, si dice pronto a candidarsi, o meglio, ricandidarsi sia all’Assemblea regionale siciliana tra un anno che a sindaco del comune capoluogo nel 2023.

Sgancia poi una bomba sul governo Musumeci, nonostante la Lega esprima un assessore nella giunta, in coerenza con quanto professava da battitore libero prima di aderire lo scorso gennaio al partito salviniano col segretario regionale Nino Minardo. “È un governo assolutamente inadeguato – asserisce Vinciullo – un governo che ha mortificato la provincia di Siracusa”.

Non è tenero nei confronti del centrodestra provinciale, dopo che, nei sei comuni siracusani al voto il prossimo 10-11 ottobre, il cosiddetto centrodestra tradizionale non si presenta unito in alcun caso. “Il problema vero – afferma – è che il centrodestra in provincia di Siracusa, oggettivamente, non è mai esistito”.

Ecco qui di seguito la nostra videointervista.


In alto