Elezioni amministrative 2021

Elezioni amministrative, indetti i comizi elettorali: sei comuni siracusani al voto il 10-11 ottobre

SIRACUSA – L’assessore alle Autonomie locali della Regione siciliana, Marco Zambuto, ha firmato il decreto di indizione dei comizi elettorali per l’elezione dei sindaci e dei consigli comunali in 42 comuni siciliani, di cui 6 in provincia di Siracusa.

Così come deciso dal governo Musumeci, si voterà domenica 10 ottobre e lunedì 11 ottobre. Per gli eventuali ballottaggi si tornerà alla urne domenica 24 e lunedì 25 ottobre. I seggi saranno aperti dalle ore 7 alle 22 la domenica e dalle ore 7 alle 14 il lunedì, in entrambi i turni di voto.

Nel Siracusano, saranno chiamati alle urne gli elettori dei comuni di FerlaLentiniNotoPachino (sciolto per infiltrazioni mafiose), Rosolini e Sortino. Complessivamente sono chiamati al voto 568.357 siciliani. Sono 29 i comuni che eleggono gli organi di rappresentanza con il sistema maggioritario, 13 quelli in cui si vota col sistema proporzionale.

Ecco i comuni al voto nelle altre province:

Agrigento: Canicattì, Favara, Montallegro, Montevago, Porto Empedocle, San Biagio Platani (sciolto per mafia).

Caltanissetta: San Cataldo (sciolto per mafia), Vallelunga Pratameno.

Catania: Adrano, Caltagirone, Giarre, Grammichele, Ramacca.

Enna: Calascibetta.

Messina: Antillo, Capo d’Orlando, Caronia, Falcone, Ficarra, Floresta, Galati Mamertino, Gioiosa Marea, Mistretta (sciolto per mafia), Patti, Rodì Milici, San Marco D’Alunzio, Sant’Angelo di Brolo, Terme Vigliatore, Torregrotta.

Palermo: Alia, Montelepre, San Cipirello (sciolto per mafia), Terrasini.

Ragusa: Vittoria (sciolto per mafia).

Trapani: Alcamo, Calatafimi-Segesta.


In alto