News

Floridia, l’Ordine francescano secolare da 150 anni nella città

FLORIDIA – Era il 1871 quando a Floridia alcuni fedeli fondarono l’Ordine Francescano Secolare. Frati e terziari francescani costruirono anche la Chiesa di San Francesco per poter pregare il culto di San Francesco. Per ricordare l’evento dei 150 della fondazione dell’Ordine Francescano Secolare è stata celebrata una S. Messa presieduta dal M.R.P. Antonio Catalfamo Ministro provinciale dei Frati Minori di Sicilia. Durante la celebrazione Eucaristica sono stati ammessi all’ordine dei terziari nuovi cinque membri: Doriano Crucitti, Rosaria Zippari, Carmela Petrolito, Nuccia Amato, Lidia Fiducia.

Giuseppe Amenta Ministro  dell’Ordine Francescano Secolare ha dichiarato: “Come ben sapete, la fraternità sta per vivere un momento di gioia e di grazia, ovvero il 150° anniversario della fondazione dell’Ordine Francescano Secolare a Floridia. In questi mesi, l’intero Consiglio ha avuto la fortuna di conoscere l’autentica storia dell’Ordine, non basandosi su “mitiche legende” tramandate oralmente, ma leggendo, studiando, comparando, incrociando tutto quello che già si sapeva con le fonti scritte che ci sono state tramandate dai nostri predecessori. Grazie al seme gettato da questi ultimi, grazie alla loro umiltà, intraprendenza, tenacia, generosità, tutta la comunità parrocchiale può raccogliere e godere dei frutti che ne sono scaturiti. Se abbiamo una casa dove poterci incontrare e ringraziare il Signore lo dobbiamo proprio ai sacrifici e alle lotte di questi uomini e queste donne che per primi nella nostra cittadina hanno abbracciato la spiritualità francescana indossando l’abito di quelli che il nostro amato padre S. Francesco chiamava fratelli e sorelle della penitenza. Sono fiero di ciò che è stata e di ciò che oggi è la nostra fraternità, costituita da uomini e donne, giovani e anziani, sani e ammalati, lavoratori e pensionati che hanno ricevuto da Dio una chiamata specifica. Ma non è possibile innalzare confini alla fraternità, in quanto, se si abbraccia nella sua vera essenza essa dilaga, manifestandosi nella quotidianità di ognuno. Proprio per questo, essendo parte di una ricca comunità parrocchiale teniamo particolarmente alla presenza di tutti voi a questo giorno di festa, affinché la nostra gioia sia piena e condivisa”.

M.R.P Antonio Catalfamo, Ministro Provinciale dei Frati Minori di Sicilia: “Ci troviamo qui a Floridia per ringraziare il Signore per questi 150 anni di istituzione dell’Ordine francescano secolare in questa bella comunità. Certamente è un’occasione per ricordare tanti uomini e tante donne che si sono avvicinati al carisma di San Francesco e ne hanno seguito nel desiderio ma anche certamente per quello che hanno potuto nella pratica l’ideale di vita conformandosi e prendendo il Vangelo come norma di vita, come stile di vita vissuto nell’amore verso il prossimo e nella lode costante verso Dio nella letizia francescana”. Sulla partecipazione dei giovani all’Ordine Fra Antonio ci ha risposto: “Questa è una grande risorsa in questo tempo per garantire alle nuove generazioni delle figure credibili che coerenza cercano di portare avanti valori nei quali credono. Già soltanto la testimonianza di un cammino vissuto coerentemente diventa di stimolo ma anche di attrattiva per i tanti giovani sempre alla ricerca di un modo possibile per vivere”.

150 anni e non sentirli?

“Certamente si – risponde Fra Antonino Catalfamo – , perché nell’incontro con il Signore si vive una eterna giovinezza e quindi un costante rinnovamento che come dice l’Apocalisse <<Dio fa sempre nuove tutte le cose>> e così anche la vita dell’Ordine francescano secolare qui a Floridia è sempre reso nuovo dalla presenza di Dio che incoraggia i suoi figli a seguirlo sulla via del Vangelo come ha fatto Francesco d’Assisi e sotto l’intercessione di Santa Elisabetta d’Ungheria Patrona dell’Ordine Francescano Secolare”.

Per Il Parroco della Chiesa di San Francesco Don Lorenzo Russo: “E’ un momento di grazia, per la comunità di san Francesco perché l’ordine Francescano Secolare dentro questa nostra comunità sono le radici. Sono le radici di una storia. Se pensiamo che la chiesa stessa fisicamente è stata costruita dai terziari a motivo della loro presenza, del loro bisogno di avere un luogo di culto per celebrare San Francesco, per pregare lui e per poter vivere le loro attività pastorali. Queste radici hanno portato frutto perché la comunità è cresciuta perché è diventata una Parrocchia molto estesa. Ed è bello oggi poter ringraziare il Signore per questi 150 anni di storia. Ci auguriamo che guardare al passato non significhi chiudersi al passato ma aprirsi memori del passato ad un futuro più bello e colmo di grazia del Signore”.


In alto