News

Vertenza “Set impianti” senza fine, 123 operai metalmeccanici senza certezze

SIRACUSA – Accordo ancora da siglare e centoventitrè operai metalmeccanici della “Set impianti“, dichiarata fallita lo scorso maggio, che si interrogano sul proprio futuro. Dopo quattro mesi restano in attesa di percepire le proprie spettanze e, in prossimità dell’apertura delle scuole con libri e accessori da acquistare per i figli, la tensione resta alta.

Tutto sembra essere cristallizzato, così come hanno spiegato alcuni operai, al 13 agosto, quando si doveva formalizzare il passaggio dell’intero personale, con mezzi ed attrezzature così come disposto in sede prefettizia e nei due Tribunali di Catania e Siracusa dalla “Set impianti” alla “Synergo consorzio” di Gela.

La Prefettura in questi mesi ha svolto un ruolo di coordinamento, ricucendo i diversi strappi emersi tra le parti giungendo ad una conclusione che è stata condivisa. Tutto però è rimasto fermo, e si resta in attesa della convocazione di una riunione nella sede di Confindustria Siracusa per determinare tempi e modalità dell’intera vertenza.

I lavoratori intanto, insieme con il sindacato unitario di categoria, attenderanno i primi giorni della prossima settimana, dopo non sono escluse riprese della mobilitazione con blocchi alle portinerie dell’intera zona industriale.

(nella foto di repertorio: i primi blocchi de lavoratori ex “Set impianti” davanti alla portineria Isab Lukoil, a fine maggio)


getfluence.com
In alto