News

Siracusa, vertenza pulizieri del Comune: contratto scaduto e futuro in bilico, lunedì nuovo presidio

SIRACUSA – Tutto da rifare per i trentasette addetti alle pulizie degli uffici del Comune di Siracusa. Il loro futuro resta in bilico, senza alcuna certezza. Ieri intanto è scaduto il loro contratto dopo essersi completata la proroga che era stata concessa ad inizio agosto dal Comune.

Non sono bastate così oltre otto ore di proteste e un sit-in ieri nell’ingresso di Palazzo Vermexio dove si sono susseguite fasi concitate di confronti tra i dirigenti e il sindacato e l’azienda subentrante la Cm Service di Ivrea, impresa che si è aggiudicato l’appalto e che ha proposto una bozza di accordo che prevede di affidare il servizio in subappalto ad un’altra impresa, con contratti a 14 ore settimanali e a termine rispetto al monte ore attuale che è di 16 ore.

Tutto è stato quindi rinviato a lunedì mattina a partire dalle 7,30 con un nuovo presidio dei lavoratori che hanno annunciato anche la loro presenza in occasione della seduta del consiglio comunale.

Filcams Cgil e Fisascat Cisl con i rispettivi segretari provinciali, Stefano Gugliotta e Teresa Pintacorona, ieri presenti durante la mobilitazione dei lavoratori, a Palazzo Vermexio, sono tornati a rivendicare con forza al Comune di procedere all’annullamento in autotutela della gara e procedere alla proroga tecnica all’azienda che è uscente nell’appalto ed ha garantito il servizio finora, la “Pfe” di Caltanissetta, nell’attesa che gli uffici comunali possano redigere un nuovo bando.


La Gazzetta Siracusana su facebook

Le Città del Network

 

Copyright © 2022 La Gazzetta Siracusana.it
Testata editoriale iscritta al ROC con numero 25784
Direttore responsabile: Salvatore Pappalardo
PF Editore di Forestiere Pietro - P. IVA 01864170897

Copyright © 2022 La Gazzetta Siracusana.it

In alto