Lifestyle

4 suggerimenti per organizzare un trasloco all’estero con la famiglia

A volte le famiglie scelgono di trasferirsi per motivi di lavoro e semplicemente per vivere meglio, per conciliare in modo più adeguato il lavoro e la vita familiare, per assicurare ai figli un futuro migliore. Anche molte famiglie siciliane fanno questa scelta. E talvolta si opta per mete estere più o meno lontane dove cambiare vita. Ad ogni modo, il trasferimento con la famiglia in un paese all’estero va sempre pianificato ed organizzato nel migliore dei modi per far sì che possa essere vissuto con maggiore serenità possibile. Ma come prepararsi al cambiamento per renderlo meno traumatico soprattutto per i bambini?

  • Preparare i bambini

Per fare in modo che i bambini non rimangano traumatizzati da un trasloco all’estero bisogna soprattutto renderli partecipi fin dall’inizio. Spiegare loro che inizierete una nuova avventura insieme e che avranno tanti nuovi amici è il modo giusto per farli sentire sereni.

Soprattutto i più piccoli non avranno nessuna difficoltà anche a imparare una lingua nuova. Potreste magari cominciare con dei giochi bilingue già prima di partire. E anche dare ai bambini dei compiti, come organizzare i loro giochi da portare nella casa nuova è un bene, poiché li fa sentire che hanno il controllo delle loro scelte.

  • Conoscenza del luogo

Soprattutto nei traslochi all’estero è buona abitudine fare dei sopralluoghi per conoscere meglio il posto prima di andare ad abitarci. È altresì fondamentale affidarsi ad un’impresa specializzata anche in traslochi in Europa che possa offrirvi un servizio completo e personalizzato come per esempio BLISS Moving. In questo modo saprete che i vostri beni sono in buone mani e potrete concentrarvi di più sull’aspetto psicologico del vostro trasferimento.

Si consiglia di organizzare dei piccoli viaggi, anche dei week-end nella città dove andrete a vivere, ovviamente anche con i bambini, per cominciare un’ispezione insieme a loro e per valutare i vari quartieri.

Infatti verificare di persona è molto meglio, selezionare le zone giuste dove abitare, con le scuole migliori e tutto quello che serve come supermercati, negozi o parchi per portare i bambini a giocare e socializzare.

  • Preparare i documenti e altre informazioni

Assolutamente da ricordare è di farsi preparare nel Comune di residenza il certificato di nascita in più lingue, di preparare tutti i documenti necessari per i bambini e se ancora non lo hanno richiedere il passaporto.

In più informarsi sul servizio sanitario del paese di destinazione, quali vaccini sono obbligatori, ma anche sui luoghi di educazione, per esempio contattare gli istituti della città dove si pensa di trasferirsi per conoscere tutti i metodi di studio per essere prepararti al meglio.

  • Organizzare una festa

Come ultima cosa, ma davvero molto importante soprattutto per i figli, è organizzare una festa prima del trasloco, dove i bambini possono salutare tutti gli amici, tranquillizzandoli sul fatto che potranno sempre sentirli o addirittura vederli tramite le videochiamate. Questo renderà il trasferimento più semplice, aiutandoli a chiudere un cerchio della vita per aprirne un nuovo.

Quando ci si trasferisce con tutta la famiglia si cerca sempre di farlo nei migliori dei modi per non rendere il cambiamento traumatico e con i consigli sopra elencati anche i bambini ed i ragazzi saranno felici di iniziare la vita in un nuovo luogo.


In alto