Cronaca

Augusta, tra sbarcati Mare Jonio migrante egiziano condannato per violenza sessuale: arrestato dalla polizia

NOTO – I poliziotti della squadra mobile e dell’ufficio immigrazione di Siracusa hanno arrestato il cittadino egiziano S.Y.M.A., di 46 anni, in esecuzione della sentenza emessa dalla Corte d’appello di Ancona, poiché riconosciuto colpevole del reato di “violenza sessuale in concorso” commesso nel capoluogo marchigiano fra ottobre e novembre del 2008.

L’egiziano era tornato in Italia lo scorso 1 luglio, insieme ad altri 42 migranti soccorsi dalla nave “Mare Jonio” (nella foto di repertorio in copertina) della ong italiana “Mediterranea saving humans”, sbarcati al porto di Augusta e poi sottoposti a quarantena nel centro di accoglienza di Testa dell’Acqua, località nel territorio di Noto, poiché 8 sono risultati positivi al Covid-19.

I successivi accertamenti sulla vera identità del cittadino egiziano hanno consentito di acclarare l’esistenza, nei suoi riguardi, di una condanna a 3 anni e 6 mesi per violenza sessuale. Pertanto, ultimata la quarantena, l’immigrato di 46 anni è stato tratto in arresto e tradotto nel carcere di Caltagirone, nel Catanese.


getfluence.com
In alto