News

Black-out telecomunicazioni tra Priolo, Melilli e Augusta dopo l’incendio in contrada Biggemi

SIRACUSA – Migliaia di utenti tra Priolo, Melilli e Augusta senza telefonia mobile, fissa e di conseguenza connessione a internet. Questo ciò che è seguito ieri pomeriggio, giovedì 7 settembre, all’incendio divampato in mattinata a ridosso della Strada provinciale 25 tra Priolo e Floridia, rimasta chiusa al traffico veicolare per oltre due ore. Eventi connessi perché il vasto incendio che si è propagato da un terreno incolto di contrada Biggemi, in territorio di Priolo, a pochi metri dalla sede del Ciapi, avrebbe coinvolto fibre ottiche di Telecom, con i tecnici dell’azienda che si sono messi subito al lavoro, riuscendo a riparare il guasto in serata.

Mentre il black-out delle telecomunicazioni ha isolato e “riportato indietro” di alcuni decenni parte degli abitanti del triangolo industriale, anche l’incendio aveva destato non poche preoccupazioni. Sterpaglie e cumuli di rifiuti che si trovavano accatastati all’interno, sono andati in fumo in pochi minuti, spinti anche dal forte vento ed espandendosi ad un capannone abbandonato. Le fiamme hanno avvolto anche diversi copertoni che si trovavano a ridosso della struttura inutilizzata e che si trova accanto al Ciapi. Il rogo ha provocato lunghe e dense colonne di fumo nero visibili a diversi chilometri di distanza, mettendo in allarme decine di residenti di Priolo e di Siracusa, che temevano si trattasse di un incidente nella zona industriale.

Proprio le segnalazioni di diversi cittadini ed automobilisti presenti nella zona, giunte al centralino del comando provinciale dei Vigili del fuoco ed alla Polizia municipale di Priolo, hanno consentito l’arrivo di una squadra di pompieri che insieme alle squadre del gruppo di Protezione civile comunale di Priolo, coordinati da Gianni Attard, hanno provveduto a circoscrivere le fiamme che già stavano lambendo i lati della Strada statale 114, raggiungendo anche la rotatoria davanti al Ciapi, a ridosso dell’incrocio della Strada provinciale 25 tra Priolo e Floridia. La situazione, anche attraverso l’operato della Polizia municipale di Priolo, è rientrata nella normalità dopo le ore 12, con la riapertura della strada ai mezzi, e lentamente il traffico in entrambi i sensi di marcia è andato via via decongestionandosi, ma l’odore acre di gomma bruciata è rimasto per alcune ore dopo su Priolo e Targia, spingendosi poi con il vento verso Siracusa.


getfluence.com
In alto