Cronaca

Droga sull’asse Priolo-Melilli-Siracusa, imputati domani dinanzi al Gip di Catania

SIRACUSA – Sarà il Gip presso il Tribunale di Catania, Carlo Cannella, a decidere sull’eventuale rinvio a giudizio di sette persone coinvolte nel blitz antidroga dei carabinieri di Siracusa del 23 maggio scorso.

Dinanzi al suddetto magistrato compariranno, per l’udienza preliminare, Angelo Boscarino (30 anni), Vincenzo Annino (24 anni), Felice Coniglio (34 anni), Salvatore Rasizzi (31 anni), questi quattro sottoposti alla custodia cautelare in carcere, Marco Tempra (27 anni), agli arresti domiciliari, Antonino Montagno Bozzone (28 anni) e Angelo Messina (71 anni), entrambi sottoposti all’obbligo di firma.

Secondo gli inquirenti e i capi d’accusa formulati dalla Direzione distrettuale antimafia di Catania, i primi sei avrebbero fatto parte di un’associazione finalizzata all’acquisto e alla vendita di hashish e marijuana, tra Priolo e Melilli, dal 2016 al 2018, mentre il settimo, il siracusano Messina, avrebbe fornito 2 kg di hashish al Boscarino, nel febbraio del 2017 a Siracusa.

In caso di rinvio a giudizio, il processo ordinario si svolgerà dinanzi al Tribunale di Siracusa, presumibilmente nel 2019. Il collegio difensivo è composto dagli avvocati Antonio Zizzi, Francesco Antille, Puccio Forestiere, Titta Rizza, Junio Celesti, Stefano Rametta, Geraldo Pitruzzello e Giorgio D’Angelo.


getfluence.com
In alto