Archivio

Floridia. Conclusa la rassegna letteraria “Libri sotto le stelle”

pappalardoUn riconoscimento per i trentacinque anni di attività giornalistica è stato consegnato al giornalista – pubblicista Nello Pappalardo (corrispondente de “La Gazzetta del Sud), da parte del Sindaco di Floridia Orazio Scalorino e dalla presidente dall’associazione culturale Laurus Tiziana Urso, per la sua attività professionale svolta con onesta e diligenza e per aver dato lustro alla città di Floridia.
Cala così il sipario sulla rassegna letteraria “Libri sotto le stelle”, curata dall’Associazione “Laurus”, con il patrocinio del Comune di Floridia, nella suggestiva cornice offerta dal sagrato della chiesa Madre di Floridia. All’evento, giunto alla sua seconda edizione, hanno partecipato scrittori, critici letterari e studiosi che si sono confrontati su importanti tematiche culturali e politiche che interessano la società’ contemporanea. Due i libri presentati: quello di Damiano De Simone, “Il fallimento democratico” , e quello di Vincenzo Quadarella “Il non-luogo rivoluzionario”, presentati dal critico Salvo Sequenzia e dal docente universitario Alessio Lo Giudice, uno dei più attenti studiosi del pensiero e dei fenomeni politici contemporanei.
Molti i temi emersi dal confronto tra studiosi e saggisti: la crisi delle istituzioni e della rappresentanza politica, il tramonto dei partiti storici e delle forme tradizionali di mediazione fra comunità’ e istituzioni, la necessita’ di individuare nuove forme di partecipazione alla cosa pubblica, insieme ad una riforma radicale della selezione della classe dirigente. Tra i temi più’ caldi affrontati dai due saggisti, uno e’ quello riguardante la cultura e la formazione delle nuove generazioni, l’altro quello della integrazione delle nuove etnie all’interno del tessuto sociale.
“Obiettivo della manifestazione -ha dichiarato la responsabile di AssoLaurus Tiziana Urso – è stato quello di creare momenti di incontro e riflessione sulla scrittura e sui grandi temi sociali. Portare tematiche importanti in piazza, nel cuore della citta’, e’ una scommessa culturale e di civiltà’ in cui crediamo fermamente”. La manifestazione e’ stata aperta da un omaggio alla memoria del filosofo e giurista Pietro Barcellona, a un anno dalla sua scomparsa. Barcellona e’ stato uno dei filosofi che ha puntualizzato la necessita’ di un ritorno al sapere affettivo e alla riscoperta della centralita’ dell’uomo nelle scelte politiche ed economiche.”
Salvo Pappalardo


In alto