Elezioni amministrative 2020

Floridia, il centro sinistra punta su una donna e candida a sindaco Claudia Faraci

FLORIDIA – Il centro sinistra a Floridia candida alla carica di primo cittadino Claudia Faraci. Le elezioni amministrative del 2020 segnano un momento di grande importanza politica per rianimare una cittadina da sempre strategica per la posizione all’interno del territorio provinciale e per le secolari tradizioni. Claudia Faraci vuole ridare a Floridia la centralità che merita: una floridiana, una donna, un ingegnere con esperienza ventennale che vanta esperienza amministrativa e lavorativa nell’ambito della progettazione architettonica e urbanistica, già assessore ai LL.PP. e all’Urbanistica con l’Amministrazione Scalorino, socio fondatore dell’associazione Urban Center IdeAzione.

Sulla motivazione della sua candidatura Claudia Faraci dichiara: “Mi candido per dare continuità ad un progetto politico iniziato 8 anni fa dall’amministrazione Scalorino, insieme ad una squadra di persone perbene, capaci e competenti, che oggi è presente e che ha voluto la mia candidatura. Otto anni fa abbiamo puntato tutto sul cambiamento, oggi puntiamo sulla continuità del nostro impegno. Mi candido per riportare entusiasmo e fermento alla nostra comunità. Amo questo paese, Amo i suoi difetti e le sue contraddizioni ma soprattutto Amo il suo potenziale, le sue risorse da valorizzare, risorse che hanno bisogno di essere raccolte, indirizzate e proiettate nel futuro con capacità e competenze. Consapevole del fatto che il cittadino ha il diritto di vedere ancor prima di fare una scelta e noi, a differenza di altri, possiamo raccontare quello che abbiamo fatto. Un quinquennio in cui non è mai stato sospeso un servizio essenziale (refezione, trasporto pendolari, asacom), in cui non è mai stata annullata un’ascensione o un carnevale, in cui non si è mai lasciato intentato un bando o la possibilità di un finanziamento portando a Floridia più di 10 milioni di finanziamenti, in cui la legalità ed il rispetto per le istituzioni hanno avuto la meglio. Mi candido perché’ credo che un sindaco oggi debba saper guardare oltre e per farlo debba avere competenze ed esperienza culturale, professionale ed anche politica. Un sindaco che è chiamato ad amministrare la propria città deve pensare quali processi mettere in moto per lo sviluppo del proprio territorio, deve pensare alle potenzialità della propria comunità, partendo dalla sua identità e non scopiazzando senza coerenza quello che hanno fatto gli altri. Pensare ad un’operazione di rigenerazione urbana nel nostro centro storico a fini turistici e commerciali, cercare fondi per la riqualificazione urbana della nostra piccola cittadina significa attivare economia, creare occupazione, dare lavoro, significa restituire il Bello a questa città ed iniziare nuovi ed innovativi percorsi. Così come pensare di efficientare tutto ciò che oggi pesa sul bilancio comunale vuol dire reimmettere risorse economiche per le strade, per i parchi, per la mobilità sostenibile”.

Ha un team che sta preparando il programma ?

“Una squadra di persone perbene, capaci e competenti. Con l’aggiunta – aggiunge -, questa volta, di una componente femminile importante. Vogliamo riconoscere alle donne un ruolo prioritario nelle scelte e nella politica della futura amministrazione. Insieme alle donne anche molti giovani ma con esperienza. Aver studiato è importante, aver acquisito titoli e specializzazioni è fondamentale ma senza l’esperienza lavorativa ed amministrativa non si va avanti! Questi i nostri profili, persone capaci di programmare, gestire, persone dotate di amore per la propria comunità. Da un punto di vista politico, non siamo per contratti o accordi politici scritti, non cerchiamo politici di professione, non vogliamo politici non floridiani che vengono solo per affermare il loro potere a Floridia. Non nascondiamo i nostri simboli per paura di essere giudicati ma restiamo coerenti alla nostra ideologia di centro-sinistra, siamo sostenuti dal Partito Democratico e da Art 1 che oggi insieme ai 5 stelle, di fronte ad un’emergenza come la pandemia che ci ha colpito, non hanno alzato la bandiera dell’odio istigando le masse come sta facendo la destra più estrema, ma si sono messi a lavorare insieme, unendo le forze dando all’Italia una possibilità per riprendersi, gestendo con ottimi risultati la trattativa più complessa della storia del nostro paese con l’Unione Europea. In linea con le intese civiche che il Pd ed i 5 stelle stanno portando avanti a livello regionale e nazionale, abbiamo anche dialogato con il gruppo 5 stelle floridiano trovando purtroppo poco entusiasmo e riscontro”.

Quali sono i punti essenziali del suo programma ?

“I punti essenziali ad oggi confermati nel nostro programma – dichiara la candidata Sindaco Claudia Faraci” – , da integrare e migliorare durante la campagna elettorale in base alle istanze che i cittadini vorranno proporci, perché abbiamo sempre ragionato in termini di cittadinanza attiva, si possono riassumere in: Ripristino dei servizi essenziali, andati persi negli ultimi 3 anni, refezione scolastica, trasporto pendolari, servizio asacom, insomma l’ordinaria amministrazione. Attivare fina da subito una rigenerazione amministrativa attraverso l’indizione dei concorsi pubblici per reintegrare le risorse umane del nostro comune venute meno per effetto d quota 100, grazie all’opportunità del Piano per il Sud del Ministro Provenzano approvato a febbraio scorso. Rendere efficiente ed efficace il servizio di raccolta differenziata, garantire la pulizia delle strade e la manutenzione del verde, promuovere campagne di sensibilizzazione per una maggiore responsabilizzazione e senso civico. Sviluppare progetti di innovazione sociale, economica ed ambientale finalizzati all’economia circolare. Cogliere l’opportunità delle risorse del recovery found ottenute dall’attuale governo PD e 5 stelle, efficientando gli immobili comunali e le pompe di sollevamento. Sviluppare progetti per la mobilità leggera, piste ciclabili, percorsi per runner e monopattini elettrici. Il core business del nostro programma riguarda, infatti, l’efficientamento energetico degli immobili comunali fra cui le scuole e le pompe di sollevamento. La sua applicazione consentirebbe al comune di reimmettere da subito in circolo cospicue risorse (2.500.000 euro sono oggi destinati al pagamento delle bollette luce e gas) che potrebbero così essere destinate alla manutenzione stradale, al decoro urbano alle nostre piazze, alla villa comunale, ai parchi Robinson. Cogliere l’opportunità delle agevolazioni per il recupero edilizio (eco bonus, sisma bonus appena varati dal governo PD e 5 stelle) del centro storico e della periferia per realizzare interventi di rigenerazione urbana premiando con opere di riqualificazione urbane gli interventi dei privati aggiungendo anche il patrimonio ancora in proprietà dello IACP;  farsi carico dei bisogni dei cittadini, costruendo comunità e pari opportunità, costruendo percorsi di accoglienza ed inclusività per le condizioni di fragilità economica e sociale. Dare risposte concrete e rapide a chi si trova in difficoltà oggettive per restituire dignità alle persone e fiducia nel futuro. C ostruire luoghi di coesione significa costruire sicurezza, favorire la presenza nel territorio di spazi pubblici vissuti, centri anziani, parchi giochi, con presidi educativi per adolescenti significa generare sicurezza sociale.  Vogliamo una città per le donne, per i diversi, per tutti, una città che promuova pari opportunità.  Un piano locale per anziani. Rafforziamo la collaborazione con le realtà associative che coinvolgono gli anziani in forme di cittadinanza attiva, di promozione culturale della città, di progetti per il tempo libero, di volontariato solidale. Sinergia fra i comuni e messa in atto di buone pratiche Randagismo, no ai canili, si ai presidi sanitari e agli stalli temporanei (oasi naturalistiche), aree per lo sgambettamento, campagne di sensibilizzazione per una maggiore responsabilizzazione del cittadino. Infine, sul PRG, argomento che piace molto ad alcuni candidati. Oggi questi strumenti sono obsoleti, la ricerca scientifica, le università da anni lavorano e promuovono strumenti attuativi più dinamici e veloci sul modello degli strumenti urbanistici europei, capaci anche di attivare procedure perequative. Purtroppo c’è un ritardo del governo in merito alla riforma urbanistica ma la tendenza è ormai consolidata da anni: niente più piani e norme che ingessano le città. Si a strumenti snelli, dinamici di facile ed immediata attuazione”.

“Infine, a chi oggi in maniera qualunquista e senza aver vissuto la Floridia degli ultimi 25 anni – afferma Claudia Faraci -, perché troppo giovane, vorrei dire che non è assolutamente vero che la politica del passato non ha dato entusiasmo e fermento alla nostra comunità. Floridia ha sempre avuto un ruolo strategico e centrale nella politica provinciale e regionale, abbiamo avuto Sindaci poi divenuti deputati che si sono sempre spesi per la nostra comunità, con pregi e difetti ma sempre per i floridiani. Le tradizioni, il carnevale, l’ascensione e le fucate da un lato, i limoni, le arance, gli artigiani e la produzione dall’altro hanno sempre caratterizzato la nostra piccola Floridia. Personalmente parlerei di disastro politico limitandomi agli ultimi tre anni. Anni in cui purtroppo non si sono difesi gli interessi della comunità floridiana ma si è preferito dare spazio a politici non floridiani con altri interessi. Quello che dobbiamo fare oggi è ridare centralità e restituire valore alla nostra Floridia”.


getfluence.com
In alto