Cronaca

Lentini, sparatoria nel quartiere San Paolo, scarcerato anche il principale indagato

LENTINI – Sono stati scarcerati entrambi i giovani fratelli lentinesi, Christian ed Emanuele Scrofani, arrestati lo scorso 16 maggio per la sparatoria nel centrale quartiere di San Paolo, nella quale è rimasto ferito il cinquantenne Christian Romano. Sono stati infatti ammessi dai giudici aretusei, in due momenti distinti del mese in corso, agli arresti domiciliari.

Per quanto riguarda la scarcerazione più recente, il Gip del Tribunale di Siracusa, accogliendo una documentata istanza degli avvocati Puccio Forestiere e Fabiola Fuccio, ha disposto gli arresti domiciliari con braccialetto elettronico nei confronti del ventenne Christian Scrofani, principale indagato accusato di tentato omicidio nei confronti del cinquantenne.

Il Romano era venuto alle mani con lo Scrofani nei pressi dell’abitazione di quest’ultimo. La lite era poi degenerata a seguito dell’esplosione di diversi colpi di pistola da parte dello Scrofani e uno dei proiettili aveva ferito di striscio, alla schiena, il Romano.

All’inizio di luglio era stato ammesso agli arresti domiciliari anche Emanuele Scrofani, il quale, secondo l’accusa, sarebbe intervenuto nella lite dando man forte al fratello, insieme ad altri amici dei due.

Agli Scrofani è stata contestata anche la detenzione di circa 2 chili di marijuana e di undici bilancini, sequestrati durante il blitz degli agenti della squadra mobile aretusea e del commissariato di Lentini che portò al loro arresto.


In alto