Cronaca

Noto, arrestato presunto “armiere” dei caminanti. Sequestrate armi e quasi 2mila munizioni

NOTO – I carabinieri del nucleo operativo di Noto hanno arrestato un uomo per detenzione illegale di armi e munizioni, ritenute dagli investigatori destinate ai “caminanti” nel territorio netino, e lo hanno tradotto nel carcere di Cavadonna.

I militari hanno notato l’uomo trasportare alcuni voluminosi contenitori, dirigersi verso la fitta vegetazione nei pressi dell’abitazione di un familiare e, dopo essersi più volte guardato attorno per verificare che nessuno lo seguisse, con un paio di gesti repentini occultare i contenitori tra la vegetazione.

Raggiunto il nascondiglio, i carabinieri ne hanno scoperto il contenuto: due pistole modificate; 1.855 cartucce di vario calibro [quantità come da rettifica diramata dai carabinieri nel pomeriggio]; 93 inneschi di varie marche; 736 ogive calibro 22; 86 ogive di vario calibro; 2 bottiglie, originariamente contenenti detersivo, contenenti 680 grammi lordi di polvere da sparo; 3 molle per armi; 1 serbatoio per pistola; 1 canna per pistola.

La perquisizione effettuata dai carabinieri è proseguita all’interno e nelle pertinenze della villa dell’uomo, portando al rinvenimento di un fucile con canne e calciolo mozzato, oltre a varie cartucce da fucile, nascosti tra le intercapedini di un muretto a secco.


In alto