Eventi

Noto, galleria delle arti da Trastevere approda nella capitale del barocco siciliano

NOTO – Sbarca a Noto la galleria delle arti romana “B-Art“. Inaugurata appena un anno fa a Trastevere, nel cuore di uno dei quadrilateri dell’arte contemporanea capitolina, B-Art è già una meta che fa tendenza, non soltanto per collezionisti e professionisti del mondo dell’arte contemporanea, ma anche per appassionati, creativi e artisti provenienti da diversi ambiti, come la musica, il design e le arti performative.

Con la stessa mission di apertura a diversi pubblici e linguaggi, B-Art inaugura a Noto, venerdì 1 luglio alle ore 19 in via Cavour 25, nel cuore del barocco siciliano, nella città dalla vocazione artistica e internazionale, polo d’attrazione turistica da ogni parte del mondo.

L’iniziativa è di due giovanissimi e coraggiosi imprenditori romani, Gian Lorenzo Bernini e Daniel Bianca, che con B-Art hanno inaugurato un “nuovo concept – si legge nel comunicato – che punta a rendere accessibile a tutti la fruizione dell’arte contemporanea in un clima di grande informalità“, e che adesso vogliono “aprire una finestra per l’arte internazionale in Sicilia”, offrendo “uno sguardo su una nuova generazione di artisti anche con la collaborazione di istituzioni e realtà culturali attive nel territorio siciliano”.

La nuova galleria a Noto “animerà il contesto con eventi site specific all’insegna della convivialità e anche della musica – prosegue il comunicato – grazie alla collaborazione instaurata con Malamore, il noto negozio di dischi nel cuore di Ortigia che vende vinili da collezione, e etichette indipendenti da tutto il mondo. Sulla scia delle esperienze di Inghilterra, Francia, Germania dove è comune vedere esperienze artistiche e musica nello stesso contesto in una visione ampia e innovativa”. “Per creare uno spazio – conclude Bernini – capace di far vivere una nuova vita alla dimensione artistica siciliana”.

Contestualmente all’inaugurazione della galleria, si terrà la prima mostra, dell’artista francese Dominique Robin a cura di Gian Lorenzo Bernini. Dominique Robin presenterà il suo libro, tradotto da Stefano Chiodi e Diane Bodart, con alcune letture recitate da uno studente dell’Institut Français Palermo. Robin, francese che vive a metà tra Roma e la sua regione natale Poitou, è un artista poliedrico capace di intrecciare diverse tecnologie dell’immagine, dalla fotografia e dal disegno all’installazione, al video, o al libro d’artista. A B-ART Noto, Robin esporrà la serie “Retour impossibile du bleu”, fogli di carta colorata che ospitano dei disegni effimeri, debitori tanto alla tecnica del ritaglio quanto alla luce circostante e agli effetti di sfocatura dello scatto.

In programma, per l’estate in corso, ulteriori eventi: la mostra pittorica di Francesco Andreozzi (dal 22 luglio al 10 agosto), le fotografie di due artisti siracusani, Bianca Burgo e Federico Zanghì (dal 12 al 28 agosto), un’esposizione di dipinti di Antonello Forese e Gabriele Laetana, e la mostra fotografica di Davide Mandolini (dal 23 settembre al 7 ottobre).

Il progetto gode del patrocinio del Comune di Noto, tant’è che il sindaco Corrado Figura taglierà il nastro all’inaugurazione dell’1 luglio, e vede la collaborazione di alcune attività commerciali.


In alto