News

Paziente grave ricoverata a Siracusa in attesa di trasferimento, le precisazioni del “Cannizzaro”

SIRACUSA – È di ieri l’appello dell’ex parlamentare regionale Vincenzo Vinciullo, che invitava gli ospedali pubblici di Catania e Palermo, e in particolare il “Cannizzaro”, a trovare un posto letto per il ricovero di una paziente siracusana affetta da una gravissima patologia, che non sarebbe curabile dal personale dell’ospedale “Umberto I” di Siracusa per mancanza di mezzi idonei.

Oggi arriva una nota di precisazioni da parte dell’Azienda ospedaliera “Cannizzaro”, che riportiamo integralmente qui di seguito.

“Con riferimento alla richiesta di accogliere nel Centro Grandi Ustioni una paziente ricoverata a Siracusa, l’Azienda ospedaliera Cannizzaro precisa quanto segue.

Com’è noto, l’Unità Operativa Complessa “Centro Grandi Ustioni” è un reparto di terapia intensiva per pazienti gravemente ustionati e accoglie utenti non solo dalle province centro-orientali della Sicilia (Siracusa, Ragusa, Enna, Messina, Caltanissetta) ma anche dalla vicina regione Calabria, coprendo un bacino di quasi tre milioni di abitanti, senza alcuna preclusione territoriale.

Il Centro, quindi, non può procedere al ricovero in questione in quanto la paziente è affetta da patologie di ordine dermatologico ed infettivologico che necessitano trattamenti specialistici diversi; verrebbe occupato impropriamente un posto letto di terapia intensiva destinato a pazienti affetti da ustioni o da complicanze delle stesse. Peraltro, attualmente il reparto risulta particolarmente gravato dalla maggiore incidenza di ustioni che si verificano a partire dal periodo pre-estivo.

Tale oculata gestione dei posti letto di terapia intensiva risponde esclusivamente alla necessità di fornire la migliore assistenza per ogni specifica patologia. Nell’interesse della paziente, pertanto, il Centro Grandi Ustioni non è sicuramente un’Unità Operativa idonea a garantirle le cure adeguate”.


getfluence.com
In alto