Hobby & Hi-Tech

Proteggere la casa dalla salsedine: come fare se si vive vicino al mare?

Vivere a pochi metri dalla spiaggia è sicuramente una fortuna, perché si usufruisce di un clima gradevole in ogni stagione e si è sempre coccolati da una leggera brezza. C’è però uno spiacevole inconveniente, ovvero l’azione della salsedine e della sabbia che incidono sulla parte esterna della casa e anche nell’interno, soprattutto in estate quando è maggiore il tempo in cui si tengono aperti gli infissi.

Per proteggere la casa dalla salsedine ci sono alcuni accorgimenti da tenere in considerazione, che permettono di ridurre la corrosione e l’usura di infissi ed elementi esterni. Qui di seguito sono stati selezionati quelli più utili.

Come proteggere gli infissi dalla salsedine

La parte esterna della casa è quella sicuramente più esposta all’azione della salsedine e per questo bisogna tenere sotto controllo le pareti, ma soprattutto gli infissi e i serramenti. Il consiglio è quello di agire a monte scegliendo dei materiali che sono più resistenti all’esposizione alla salsedine e alla sabbia. Tra tutti il PVC è il più performante, anche perché risulta più semplice da pulire. Il legno è invece quello meno consigliato perché richiede una maggiore manutenzione ed è più soggetto a corrodersi e quindi rovinarsi prima del tempo.

Per la pulizia dalla salsedine, bisogna agire con acqua tiepida e sgrassante specifico per la cornice e per i vetri. Il consiglio è di scegliere degli sgrassatori che creano una pellicola protettiva che riduce l’azione della salsedine e che quindi consente di preservare l’infisso. Bisogna inoltre tenere conto anche della pulizia delle tapparelle e delle tende da esterno che, soprattutto d’estate rischiano di scolorirsi e di deteriorarsi. Il consiglio è di agire con prodotti delicati, magari aiutandosi con una spugna o, se ci si trova ai piani alti, di contattare un’azienda specializzata per questioni di sicurezza.

Come proteggere la caldaia dalla salsedine

Un elemento molto importante da proteggere è la caldaia esterna, che essendo in metallo, in poco tempo presenta segni di ruggine determinati da sabbia e salsedine. Il consiglio è di avvolgere l’involucro della caldaia con una tenda protettiva per ridurre l’azione diretta e di verificare periodicamente la situazione, intervenendo se è il caso con una rete per eliminare le tracce di ruggine.

C’è il rischio inoltre di avere dei problemi anche nelle parti interne come il motore. In questo caso il consiglio è di contattare periodicamente il centro assistenza Ariston a Siracusa per verificare che tutto sia ok e che non ci siano rischi di malfunzionamento o guasti durante l’utilizzo della caldaia.

Come tutelare la facciata dalla salsedine

La salsedine e la sabbia agiscono anche sulle facciate, compromettendo nel tempo sia gli intonaci sia le componenti interne, anche perché in molti casi parliamo di edifici in cemento armato. Per ovviare al problema esistono in commercio delle pitture che proteggono l’intera struttura, limitando così i danni. Per chi desidera effettuare questo tipo di intervento c’è anche la possibilità di accedere alle agevolazioni fiscali, tra le quali c’è proprio il bonus facciate, per il quale l’Agenzia delle Entrate ha di recente pubblicato una guida all’uso. In alternativa si può accedere anche ad altri bonus casa per la ristrutturazione e far rientrare l’intervento che permetterebbe di proteggere la parte esterna dell’abitazione.


La Gazzetta Siracusana su facebook

Le Città del Network

 

Copyright © 2022 La Gazzetta Siracusana.it
Testata editoriale iscritta al ROC con numero 25784
Direttore responsabile: Salvatore Pappalardo
PF Editore di Forestiere Pietro - P. IVA 01864170897

Copyright © 2022 La Gazzetta Siracusana.it

In alto