News

Qualità della vita, per il Sole 24 ore balzo in avanti di Siracusa. Per ItaliaOggi resta in fondo

SIRACUSA – Nella classifica annuale sulla qualità della vita pubblicata oggi dal quotidiano Il sole 24 ore, che da oltre un quarto di secolo misura la vivibilità delle province italiane, Siracusa è all’88° posto con 416 punti, avanzando di dieci posizioni rispetto allo scorso anno.

La situazione è, come nei precedenti anni, negativa per l’intero Meridione. Il capoluogo aretuseo può parzialmente consolarsi, facendo registrare una situazione leggermente migliore, tra i capoluoghi siciliani, di Messina (89° posto), Caltanissetta (92°), Catania (93° posto), Agrigento (96°), Palermo (97°), Trapani (99°) e attestandosi alle spalle soltanto di Ragusa (80° posto) ed Enna (84° posto). Unica eccezione positiva per Siracusa la categoria “lavoro e innovazione”, nella quale si colloca al 52° posto in Italia.

L’indagine viene realizzata misurando quarantadue indicatori divisi in sei macro categorie: ricchezza e consumi, lavoro e innovazione, ambiente e servizi, demografia e società, giustizia e sicurezza e cultura-tempo libero-partecipazione. Da quest’anno vengono presi in esame parametri nuovi come acquisti online, gap retributivo di genere, spesa in farmaci, consumo di suolo, anni di studio degli over 25 e indice della litigiosità nei tribunali.

Ieri è stata pubblicata anche la diciannovesima edizione della classifica annuale sulla qualità della vita curata dal dipartimento di statistiche economiche dell’Università “La Sapienza” di Roma per il quotidiano ItaliaOggi, con il supporto di Cattolica Assicurazioni. In questa ulteriore graduatoria, la provincia di Siracusa, pur avanzando di quattro posizioni rispetto allo scorso anno (era penultima), figura ancora in fondo al 105° posto (su 110).


In alto