News

Santa Lucia, è il giorno dell’Ottava. Lucia saluta la sua Borgata. Cilii in processione

SIRACUSA – È il giorno dell’Ottava. Oggi, alle 16, uscirà il simulacro di Santa Lucia dalla basilica che porta il suo nome, nel quartiere e nella piazza con quella identità antica e profonda, per fare ritorno in cattedrale. La processione, come accade oramai da qualche anno, sarà caratterizzata dal tradizionale passaggio al santuario della Madonna delle lacrime, nei cui viali farà sosta per qualche minuto. Subito dopo, l’altra sosta caratterizzante dell’Ottava: il passaggio all’interno dei viali dell’ospedale Umberto I.

Ci saranno i cilii la cui assenza alla processione del 13 si è presa tanto del dibattito devozionale. La Deputazione della cappella di Santa Lucia lo annuncia ringraziando “i volontari che hanno espresso la volontà di portare i ceri nella processione dell’Ottava. In particolare Irene Burgo del Gruppo sportivo della Polizia di Stato, prima donna a portare il cero in processione; Giuseppe Gibilisco e Matteo Torneo del Gruppo sportivo della Guardia di finanza; Stefano Barrera del Gruppo sportivo dei carabinieri”. Si aggiungeranno a chi aveva già dato la propria disponibilità, ossia gli atleti della Syrako Rugby Club Siracusa 1989, dell’Ortigia di pallanuoto, dell’Asd Albatro di pallamano e del Siracusa
Boxing Team.

Stamattina, nella Basilica di Santa Lucia al Sepolcro,si è tenuta la solenne celebrazione presieduta da monsignor Giuseppe Costanzo, arcivescovo emerito di Siracusa, concelebrata dall’arcivescovo mons. Salvatore Pappalardo, alla presenza dei Vigili del fuoco.


In alto