Politica

Siracusa, accessi al mare e solarium: a che punto siamo? L’istanza di Alternativa libera

SIRACUSA – Con un’istanza inoltrata alla Capitaneria di porto di Siracusa, al sindaco di Siracusa, al presidente della circoscrizione Santa Lucia, la sezione siracusana di Alternativa libera presieduta da Salvatore Russo, data la stagione estiva alle porte, intende avere risposte sulla situazione relativa a certi accessi al mare e solarium.

Innanzitutto “se l’accesso al mare sarà garantito anche in punti di accesso particolari, come ad esempio in via Iceta dove è presente un muro-cancello che impedisce il passaggio” (vedi foto in evidenza, ndr).

Inoltre, nella stessa istanza segnala che in via Pitagora da Reggio esiste “un varco che, se messo in sicurezza sistemando i gradini, sarebbe utilizzabile da tanti cittadini al meglio, in sicurezza”.

In merito agli eventuali divieti di balneazione, Alternativa libera precisa: “Sappiamo che in passato vi era in entrambi i siti un divieto di balneazione ma crediamo sia stato revocato con apposita ordinanza sindacale, altrimenti non si spiegherebbe la realizzazione del solarium libero realizzato dal Comune di Siracusa a sud presso lo “Sbarcardo” e quello privato a nord che insiste prima del Monumenti ai Caduti d’Africa”.

A riguardo dei solarium, aggiunge: “Inoltre cogliamo l’occasione per chiedere all’Amministrazione comunale a che punto siamo con la realizzazione di un solarium utilizzabile dai diversamente abili, con una pendenza a norma di legge e non come quello presente lo scorso anno alla “Fanusa” che aveva una pendenza “impossibile””.


In alto