Elezioni amministrative 2018

Siracusa, amministrative, numeri e promemoria per il voto di domenica

SIRACUSA – Saranno 103.213 i cittadini siracusani, compresi i residenti all’estero, suddivisi in 49.650 maschi e 53.563 femmine, che andranno alle urne per le prossime elezioni amministrative. In questi numeri sono compresi anche i 135 elettori (35 maschi e 100 femmine) cittadini comunitari che hanno chiesto di votare, e che sono inseriti nelle cosiddette “Liste aggiuntive”.

Domenica si voterà per l’elezione del sindaco e del Consiglio comunale dalle ore 7 alle 23. I candidato alla carica di sindaco sono 7, mentre le liste per eleggere i 32 consiglieri comunali sono 19. Delle 123 sezioni ripartite sul territorio comunale, 119 sono senza barriere architettoniche e una è ospedaliera, allocata all’ospedale “Umberto I” di via Testaferrata.

Per esercitare il diritto di voto si deve esibire, unitamente ad un documento di riconoscimento, la tessera elettorale. Se la tessera elettorale è deteriorata, è possibile ottenere il duplicato dall’Ufficio elettorale presentando una domanda e restituendo l’originale. In caso di smarrimento, si può richiedere sempre allo stesso ufficio di via S. Sebastiano 71, un duplicato o un attestato sostitutivo presentando una dichiarazione attestante lo smarrimento.

Gli elettori che hanno gravi problemi di deambulazione o altri motivi di impedimento fisico possono esercitare il diritto di voto con l’aiuto di un familiare o altro elettore iscritto nelle liste elettorali del Comune di Siracusa.

Intanto, nella mattinata è stato reso noto che i seggi della prossima tornata elettorale per le amministrative si costituiranno nel pomeriggio di sabato 9 e non la mattina del 10. Lo prevede una circolare dell’assessorato regionale delle Autonomie locali e della Funzione pubblica, firmata dall’assessore Bernadette Grasso, che fissa l’ora di insediamento alle 16.

La circolare interviene per evitare disfunzioni e ritardi registrati in passato, durante lo spoglio, per la stanchezza dei componenti di seggio dovuta al fatto che tutte le operazioni, da quando è entrata in vigore al legge regionale 12 del 2015 (che recepisce quella nazionale), sono concentrate in un solo giorno.

Dunque, sabato alle 16 i presidenti costituiranno i seggi alla presenza dei rappresentanti di lista, svolgeranno le operazioni preliminari e provvederanno a sostituire eventuali scrutatori assenti. I seggi saranno aperti agli elettori dalle 7 alle 23 di domenica e dopo, una volta chiusi, si procederà con lo spoglio.

(foto generica)


In alto