News

Siracusa, differenziata sale al 35,6%. Sospensioni raccolta organico, Buccheri: “Inerzia della Regione”

SIRACUSA – Cresce la percentuale di raccolta differenziata nel capoluogo che nel mese di ottobre ha raggiunto il 35,60%, oltre 3 punti percentuali in più rispetto a settembre, mese in cui si era fermata al 32,44%. Per la terza volta quest’anno viene quindi superata la soglia del 30%, visto che a giugno era stata del 31,24%. La differenziata è destinata ad aumentare negli ultimi due mesi dell’anno, soprattutto a dicembre, quando sarà estesa a tutto il territorio comunale.

“Accogliamo favorevolmente un dato che ci dà ragione degli sforzi che stiamo mettendo in atto e che ci incoraggia a fare sempre meglio – dichiara il sindaco Francesco Italia – Come ampiamente anticipato durante le comunicazioni del mese scorso, la raccolta differenziata ha fatto registrare un ulteriore aumento e per la nostra città si tratta ad oggi di un record assoluto. Siamo sulla strada giusta ma sappiamo che bisogna ancora fare tanto per raggiungere le percentuali indicate dalla Regione. Con questo nuovo record prosegue il trend positivo e, se consideriamo che ancora un quarto del territorio comunale non è coperto dal servizio, è evidente che il dato è destinato a crescere notevolmente”.

“Voglio ricordare – sottolinea l’assessore all’Igiene urbana, Andrea Buccheri – che dal 2 dicembre il servizio porta a porta verrà esteso a tutto il territorio comunale, comprese pertanto le case sparse e le zone balneari, circostanza che ci consentirà di superare ampiamente il dato del 50%. Ed ancora: oltre al nuovo calendario di raccolta, già disponibile sul sito istituzione dell’Ente, ricordiamo che è possibile, per quanti ancora non lo avessero fatto, ritirare i mastelli negli uffici comunali di via Italia 105”.

Poi un accenno ai disservizi delle ultime settimane, in particolare alle ripetute sospensioni della raccolta dell’organico. “È importante ribadire – conclude l’assessore Buccheri – che le varie interruzioni nella raccolta dell’organico che si stanno verificando in questo periodo non sono da attribuire a responsabilità del Comune o della Tekra, ma all’inerzia della Regione. Tutto questo ci penalizza fortemente perché la frazione organica rappresenta la maggior parte della differenziata”.


getfluence.com
In alto