News

Siracusa, elezioni ordine dei medici, il presidente Madeddu fa il pieno di consiglieri

SIRACUSA – C’è stata molta attesa per l’esito dell’elezione interna all’Ordine dei medici di Siracusa, che ha visto la lista denominata “Insieme”, guidata dal presidente in carica Anselmo Madeddu (nella foto di repertorio) e composta dal Consiglio uscente e alcune new entry, prevalere sulla lista denominata “Rinnovamento”. Così l’ex direttore sanitario dell’Asp si è sostanzialmente visto rinnovare la fiducia da parte dei colleghi della provincia, facendo il pieno di consiglieri.

Lo spirito competitivo ha caratterizzato una “battaglia” tra professionisti per nulla scontata, nonostante il risultato finale. Ad aggiudicarsi tutti i 15 posti di consigliere sono stati infatti i “candidati” della lista “Insieme”, così come anche 3 posti di revisore. “Insieme” ha totalizzato 433 voti medi di lista, mentre “Rinnovamento” ha raccolto 355 voti medi di lista, con uno scarto di 77 voti.

I nomi degli eletti sono: Anselmo Madeddu, Giovanni Barone, Enzo Bosco, Rosario Di Lorenzo, Franco Iachelli, Mario Lazzaro, Bartolo Lentini, Riccardo Lo Monaco, Sabina Malignaggi, Pino Pisani, Gianni Puzzo, Nuccio Romano, Alba Spadafora, Antonio Trigila, Nino Trovatello (consiglieri), ai quali si aggiungono i revisori Alfio Cimino, Roberta Giuca e Diego Uccello. Uno dei primi passi del nuovo Consiglio sarà ora la nomina dei Presidenti delle Commissioni ordinistiche.

Si è votato pure per la Commissione Odontoiatri e il presidente uscente Dario Di Paola si è confermato al primo posto, seguito dai consiglieri Antonio Lipani, Ugo Macca, Rita Cirasa, Tiziana Severino. I primi due classificati, Di Paola e Lipani, faranno parte del Consiglio dell’Ordine.

“È stata premiata la politica sanitaria del fare e dei progetti – commenta Anselmo Madeddu, presidente uscente – i medici hanno, insomma, apprezzato il nostro sforzo di rivitalizzazione dell’Ordine. L’aver quintuplicato le attività formative, l’aver puntato sul recupero della identità, sulla cultura e sulla qualità, l’aver innovato la comunicazione e la visibilità della professione medica, restituendo dignità, decoro e prestigio all’istituzione ordinistica attraverso un turbillon di iniziative senza sosta, ha finito col fare la differenza. Se a questo si aggiunge la nostra ferma determinazione nell’aver voluto tenere lontana la politica dall’Ordine, rivendicando la nostra autonomia, ecco spiegato il successo. La presenza di due liste, peraltro, ha garantito la democrazia e ha dato dignità alla competizione, legittimando i vincitori”.

“In tal senso – continua Madeddu – desidero ringraziare innanzitutto i colleghi della lista alternativa e complimentarmi con loro per la sportività e la lealtà con cui hanno partecipato alla competizione. Complimenti dai quali si esclude chi, invece, ha preferito alimentare polemiche, alle quali non abbiamo voluto rispondere, all’insegna del fair play, come è giusto che sia quando si tratta di colleghi medici. Onore al merito, dunque, ai colleghi della lista avversaria che saranno coinvolti nella gestione dell’Ordine, visto che il nostro progetto si chiama “Insieme” ed intende rendere partecipi tutti”.

“Il mio grato pensiero, però, va soprattutto alle centinaia e centinaia di colleghi che sono venuti in massa a sostenere il nostro progetto, venendo da ogni parte della provincia – conclude Madeddu – Desidero ringraziarli tutti. Dagli straordinari colleghi di Lentini e della zona nord che son venuti a flotte con la più alta percentuale di votanti, fino a quelli della zona sud, dell’area montana e del capoluogo, che hanno risposto egregiamente. Con 872 votanti, peraltro, è stato battuto il record storico di afflusso. Un ringraziamento particolare alla nuova associazione delle Donne Medico e a tutte le componenti della professione medica, dai medici di famiglia ai pediatri, dagli specialisti interni ed esterni agli ospedalieri, dai medici dipendenti ai convenzionati. Un ringraziamento sentito anche ai giovani, su cui puntiamo molto, che con la loro massiccia adesione al nostro progetto, hanno contribuito tanto. Ringrazio infine i colleghi del seggio elettorale Rossitto, Cicciarella, Di Falco e Sigari per l’immane mole di lavoro che hanno svolto con spirito di servizio e ringrazio soprattutto l’intera mia squadra, e dunque tutti i consiglieri neoeletti, fantastici compagni di un percorso umano e professionale davvero straordinario. Adesso tutti al lavoro per realizzare i nuovi programmi”.


getfluence.com
In alto