News

Siracusa, gestione rifiuti. Tech rinuncia alla gara: “Nessuno potrà svolgere un servizio ottimale”

SIRACUSA – La Tech servizi si defila nella gara ponte per il servizio di gestione dei rifiuti a Siracusa, lanciando comunque segnali precisi all’Amministrazione in merito al servizio e alle condizioni in cui si dovrebbe svolgere questo.

“Dopo aver preso visione dei documenti di gara, con particolare riferimento al CSA (Capitolato Speciale di Appalto) e valutati quindi gli obiettivi in esso contenuti, si è in tutta coscienza ritenuto, proprio per i limiti dello stesso CSA, che allo stato non sarebbe realizzabile un servizio adeguato alle esigenze della città. Un servizio che dovrebbe garantire il raggiungimento della percentuale di RD richiesta dalla legge, la pulizia/il lavaggio/lo spazzamento delle strade, lo svuotamento e la pulizia dei cestini, il diserbo, il servizio di raccolta porta a porta e tutti gli altri servizi accessori previsti”.

A lasciare perplessa la società e quindi a rinunciare alla gara è proprio il capitolato e il rapporto con l’amministrazione: “ma anche al di là dello stesso CSA, si ritiene in tutta coscienza che, considerata la mole degli investimenti da affrontare e la brevità del periodo di gara, Siracusa non potrebbe avere oggi il servizio che merita. Dopo tre anni di battaglie legali e dopo il risultato ottenuto al CGA (Consiglio di Giustizia Amministrativa), da siracusani, non desideriamo entrare nella nostra città, svolgendo un servizio deficitario”.

“D’altra parte, prosegue la Tech, nessun’altra azienda potrà svolgere oggi, a nostro modesto avviso, con questo CSA e con una durata incerta, un servizio ottimale. Ed allora, da siracusani che tengono al bene della propria città, riteniamo che non ha senso partecipare e rischiare di vincere, sapendo di entrare in contrasto con  l’Amministrazione comunale. Circostanza probabile per tutti coloro che tenteranno di svolgere oggi il servizio suindicato.Ed infatti, o sarà verosimile lo scontro con l’Amministrazione, oppure chiunque sarà costretto a risparmiare, sulle spalle dei siracusani”.

Pertanto, sarebbe probabile il contrasto con l’amministrazione, a parere della Tech Servizi, da parte di qualunque società che vincerà la gara. Che intanto si svolgerà a breve.

(foto di repertorio)


In alto