News

Siracusa, illustrato il progetto per il nuovo ospedale. Tre piani a prova di pandemia ed ecosostenibilità

SIRACUSA – “È solo l’inizio di una grande sfida. Adesso verrà la parte difficile, ma siamo pronti”. Queste le parole del presidente della Regione Nello Musumeci questa mattina alla presentazione dell’idea progettuale per la realizzazione del nuovo ospedale di Siracusa. Seduto in prima fila, nell’auditorium dell’istituto “Einaudi”, accanto all’assessore regionale della Salute Ruggero Razza, alla presenza del sindaco e della deputazione di Siracusa, nonché dei vertici delle forze dell’ordine e delle associazioni di categoria, ha seguito con attenzione le varie fasi della cerimonia. In apertura sono state mostrate le slide (vedi immagine tratta dal video pubblicato sulla pagina facebook della Regione, ndr) curate dalla Plicchi srl di Bologna, mandataria di un’ati di studi professionali (De La Hoz Aquitectos-Ava Aquitectura Tècnica Y Gestiòn Sl, Milan Ingegneria Srl, Areatecnica Srl, Sering Ingegneria Srl) vincitrice del concorso di idee indetto dal commissario straordinario per l’opera, il prefetto di Siracusa Giusi Scaduto.

Il nuovo nosocomio aretuseo sarà un Dea di secondo livello da tre piani con solo camere singole (il primo in Italia) per un totale di 425 posti letto. “La partita è appena cominciata e questo è il primo passo di un percorso – ha detto il governatore – che prevede ora la definizione dell’esecutività del progetto, la gara d’appalto e l’impegno di spesa. Abbiamo pianificato tutto ma non posso sbilanciarmi sui tempi. È interesse di tutti fare in fretta. Siamo comunque contenti di aver fatto in un anno ciò che non si era riusciti a fare in 40 anni. Siracusa e la sua provincia ma, in generale, tutta l’area del sud est, avevano bisogno di un grande ospedale e ci auguriamo che tutto l’iter possa andare avanti senza ostacoli”.

La struttura sanitaria sorgerà nei pressi dello svincolo autostradale di Siracusa sud, lungo la statale 124, e sarà dotata di percorsi separati tra degenti e visitatori. Tra le caratteristiche, la presenza di in un parco urbano di 16 mila metri quadrati con specchi d’acqua ed un parcheggio che potrà contenere 1.400 macchine. Ci saranno 34 ambulatori, due sale tac, quattro di radiografia, altrettante di ecografia, una mammografia e risonanze magnetiche. Percorsi differenti sono previsti per il pronto soccorso.

Al primo piano prevista l’area materno-infantile con possibilità di parto in acqua. Ci saranno quattro sale travaglio, una terapia intensiva neonatale, con sei posti, mentre saranno undici per neonatologia. Il blocco operatorio sarà dotato di dodici sale, di cui una radiologica ed una robotica. Al secondo e al terzo piano 288 camere singole di 18 metri quadrati con toilette. Ogni camera, nel corso del tempo, può trasformarsi con pareti prefabbricate in camera per infetti e immunodepressi.

Il progetto preliminare dovrà essere essere presentato entro 75 giorni dall’aggiudicazione, quello definitivo entro 120 giorni dall’approvazione del preliminare. I tempi sono stretti e il progetto esecutivo dovrà pervenire entro 60 giorni dall’approvazione del definitivo. Il commissario straordinario prefettizio si occuperà della necessaria variante urbanistica, della dichiarazione di pubblica utilità, dell’acquisizione delle aree e dei pareri delle amministrazioni competenti prima di procedere alla predisposizione degli atti di gara per la successiva selezione dell’appaltatore.


In alto