News

Siracusa, maxi fermata Isab Lukoil, siglato protocollo per un presidio sanitario anti-Covid

SIRACUSA – È stata siglata l’intesa per garantire la sicurezza dei lavoratori impegnati nella maxi fermata di Isab-Lukoil e per prevenire e contenere la diffusione del Covid-19 con screening epidemiologici e test sierologici. Tre settimane fa aveva dato la propria disponibilità in questa direzione l’assessore regionale alla Salute, Ruggero Razza, in occasione di un incontro nella sede di Confindustria Siracusa.

Il protocollo tra Regione-Confindustria-Asp, che si richiama a quello già siglato dagli imprenditori metalmeccanici di Confindustria Siracusa con i sindacati di categoria Fim-Fiom-Uilm, prevede un presidio sanitario al momento operativo fino al 31 gennaio 2021, ma suscettibile di proroga, con l’istituzione di una Uscai (Unità speciale di continuità assistenziale industriale) all’interno dello stabilimento Isab-Lukoil, con un medico, un infermiere, un operatore socio-sanitario (tutti con opportuni equipaggiamenti protettivi), con un sistema turnante, per intercettare possibili casi e sintomi sospetti. Verranno così effettuati test sierologici e assicurata la prevenzione di potenziali casi di contagio.

“Saluto con grande piacere l’apertura della Uscai – dichiara Diego Bivona, presidente di Confindustria Siracusa – per la sensibilità delle Istituzioni sanitarie nei confronti delle aziende del nostro polo industriale, con l’auspicio che possa dare avvio ad un presidio permanente che prosegua nell’opera di prevenzione e assistenza per tutte le aziende dell’area industriale ove insistono migliaia di lavoratori”.

Sulla stessa lunghezza d’onda la dichiarazione congiunta dei segretari di Fim Cisl, Fiom Cgil e Uilm Uil, rispettivamente Angelo Sardella, Antonio Recano e Santo Genovese: “Da mesi chiedevamo la presenza dell’Asp nella gestione del contrasto alla diffusione della Sars-Cov-2 nei luoghi di lavoro e ancor più, nell’area Isab-Lukoil interessata in questo momento alle attività di manutenzione straordinaria. Salutiamo quindi con soddisfazione la nascita della Uscai  presso Isab-Lukoil, ritenendo questo presidio essenziale per una reale opera di contenimento e contrasto alla Sars-Cov-2. Occorre lavorare ancora per creare le condizioni che il protocollo siglato oggi sia preludio alla nascita di strutture permanenti per la prevenzione e la tutela della salute in un’area industriale dove insistono migliaia di lavoratori”.


getfluence.com
In alto